rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Politica

Rinascita del Palazzaccio, mozione sottoscritta da tutte le forze politiche: "Passo decisivo per il restyling"

E’ stato il consigliere comunale Luigi Di Placido a proporre e a redigere la mozione: “Il voto unanime del consiglio comunale un passo decisivo verso il restyling"

"Dopo tante parole, spesso fino ad oggi mai saldate a fatti concreti, finalmente si è posata una pietra importante sul futuro destino del ‘Palazzaccio’, lo storico immobile di proprietà del Comune di Cesena sul quale vige un vincolo della Soprintendenza dei Beni Culturali.  Il consigliere comunale di Cambiamo Luigi Di Placido ha redatto una mozione che impegna la giunta ad un percorso condiviso di risanamento e valorizzazione dell’antico edificio. 

"La mozione, che intende tutelare un’importante testimonianza storica e culturale della città di Cesena è la sintesi di un approfondito percorso di dialogo e confronto con le associazioni che da tempo si stanno impegnando attivamente sul tema. Proprio in occasione di un incontro promosso da queste associazioni con i gruppi consiliari, tenutosi poco più di un mese fa, Di Placido aveva lanciato la proposta di una presa di responsabilità di tutta la politica cesenate sotto forma di mozione. La mozione è stata sottoscritta da tutti i gruppi consiliari. Oltre alla lista civica Cambiamo, infatti, hanno detto “sì” il Partito Democratico, la Lega, Cesena 2024, Cesena Siamo Noi ed il Movimento 5 Stelle". 

"Sul tema, come lista civica Cambiamo, riscontriamo finalmente una nuova sensibilità che va oltre le parole e, per una volta, anche oltre gli schieramenti politici. Tutte le forze del consiglio comunale hanno infatti ritenuto opportuno impegnare il Sindaco e la Giunta ad “avviare un percorso di coinvolgimento, nella competente commissione consiliare, del quartiere, delle associazioni e delle realtà interessate a partecipare alla elaborazione di proposte per la valorizzazione dell’immobile”.  Nello stesso documento si richiede l’elaborazione di “un progetto complessivo di recupero” anche in collaborazione con la Facoltà di Architettura di Cesena. Infine, la mozione impegna l’amministrazione comunale ad adoperarsi “per il reperimento dei fondi necessari, sfruttando le opportunità legate a contributi, bandi e anche sovvenzioni private”. 

Il documento recepisce un’esigenza sempre più diffusa tra la comunità cesenate che, già da tempo, chiede il “pieno recupero” del Palazzaccio, anche sulla scorta dell’appello lanciato da Michele Massarelli nella sua pubblicazione “Il Palazzo del Diavolo”, a cura del Quartiere Fiorenzuola e Italia Nostra, nel quale viene formulato “il più fervido augurio di poter presto annoverare il Palazzaccio tra le strutture che hanno avuto un corretto restauro e una precisa utilizzazione pubblica”. 

L’immobile risorgimentale, del resto, versa in uno stato di forte criticità, a causa dei mancati interventi di risanamento e lo stanziamento comunale di 340.000 euro Euro per l’esecuzione dei lavori più urgenti (tra i quali la cinturazione completa dell’edificio) è solo il primo passo verso il suo completo restyling.  La mozione, dunque, interpreta anche i desideri di tante realtà locali che stanno profondendo il loro impegno in favore di una rinascita del Palazzaccio, come il Quartiere Fiorenzuola (che l’ha inserito anche nel Patto di Quartiere definito di recente), l’Associazione Rifiorita ed il Gruppo di lavoro storico Palazzaccio.  Dopo che nel 2020, l’Amministrazione ha escluso la destinazione abitativa, per il Palazzaccio esistono già delle proposte per il futuro utilizzo come, ad esempio, la Torre climatica e la promozione della conoscenza degli eventi storici risorgimentali ad esso collegati.  La mozione sarà discussa nella prossima seduta del consiglio comunale in programma giovedì 30 giugno". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rinascita del Palazzaccio, mozione sottoscritta da tutte le forze politiche: "Passo decisivo per il restyling"

CesenaToday è in caricamento