Rimborso degli abbonamenti Start ai neo-diplomati: "I sindaci ne sollecitino l'attuazione"

Buonguerrieri (Fratelli d’Italia): “I sindaci sollecitino Bonaccini a darne attuazione”

“L’Assemblea legislativa regionale ha approvato all’unanimità una risoluzione, proposta dal centrodestra, in cui si propone di prevedere un rimborso non nominale e possibilmente in denaro degli abbonamenti al trasporto pubblico locale sottoscritti per studenti neodiplomati”. Lo annuncia Alice Buonguerrieri, vice coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia e responsabile del comprensorio cesenate, consigliere comunale a Bagno di Romagna. “Anche nel nostro territorio – spiegano Buonguerrieri e Cesare Polidori, coordinatore Valle del Savio di Fratelli d’Italia – molte famiglie si sono ritrovate nella condizione descritta dall’emendamento: il voucher nominale emesso a rimborso da Start Romagna in favore di un figlio neodiplomato o che comunque non prosegue l'iter scolastico iniziato, al quale non serve più l’abbonamento al trasporto pubblico locale, è di fatto inutilizzabile. Un’anomalia che andava contrastata, questo è lo scopo della risoluzione proposta da Forza Italia e sostenuta in Regione da tutto il centrodestra, che costituisce una vittoria politica, anche se la vittoria più importante è quella delle famiglie”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ora, però, la risoluzione deve essere trasformata in atti concreti. “Parliamo di cifre non trascurabili per una famiglia – osservano Buonguerrieri, Polidori e Nicholas Pellegrini, consigliere comunale FdI a Mercato Saraceno – visto che si tratta di voucher del valore anche superiore a 100 euro. Chiediamo che il rimborso avvenga in denaro, oppure che il rimborso possa essere utilizzato da un altro figlio laddove ciò sia possibile. Adesso tutto è in mano al Pd: siccome sono coinvolte diverse famiglie del Cesenate e in particolare della Valle del Savio, è bene che i Sindaci del territorio monitorino il tutto e sollecitino Bonaccini perché dia attuazione alla risoluzione. Quel che conta è trovare una soluzione per il bene dei cittadini, in particolare in un momento di difficoltà come quello che stiamo affrontando”.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento