Lunedì, 15 Luglio 2024
Lega

Rigenerazione urbana, dal governo 10 milioni di euro al Comune di Cesena

Entrano nel dettaglio i parlamentari della Lega, Jacopo Morrone e Elena Raffaelli

Dal governo dieci milioni di euro al Comune di Cesena per i progetti di rigenerazione urbana. Entrano nel dettaglio i parlamentari della Lega, Jacopo Morrone e Elena Raffaelli: "L'approvazione del Decreto Energia e il via libera a cinque referendum sulla Giustizia sono due importanti risultati ottenuti anche grazie alla tenacia con cui la Lega ne ha sostenuto l’inderogabile necessità. Nel primo caso, si tratta di sette miliardi per tagliare le bollette schizzate alle stelle, di cui una parte da destinare agli Enti locali perché non siano costretti a tagliare servizi essenziali. Matteo Salvini, per primo, incominciò a sollevare il problema dei costi dell’energia mesi fa proponendo soluzioni che oggi trovano un primo coronamento. Serviranno altri provvedimenti, anche strutturali, ma ora la strada è aperta".

"La Lega, dopo poco più di un anno di governo, dimostra con i fatti le ragioni che l’hanno portata ad entrarvi: trovare soluzioni per il bene dei territori. Citiamo, a questo proposito, anche i 900 milioni per finanziare i progetti di rigenerazione urbana presentati dai Comuni, che, pur in graduatoria, erano stati esclusi per i criteri previsti dal governo giallorosso Conte bis - proseguono gli esponenti del Carroccio -. E’ così rientrato fra i Comuni finanziati anche Cesena con risorse pari a 10.000.000 di euro. Nell’ultimo Consiglio dei Ministri, sempre su spinta della Lega, si è concretizzato un fondo per le famiglie dei medici vittime del Covid e interventi concreti per l’automotive. Il premier Draghi ha anche confermato che ci sarà un piano per velocizzare le riaperture e l’abbandono del green pass. Una linea di buonsenso che crediamo non sia più rinviabile".

"Stare al Governo, per noi, significa poter bloccare iniziative che consideriamo negative per gli italiani e il Paese o sollecitarne altre ritenendole indispensabili: pensiamo, solo per fare qualche esempio, al superamento del tetto dei mille euro per i contanti, al blocco della patrimoniale e della nuova stangata sulla casa, allo stop per lo ius soli - concludono -. Nei prossimi mesi, in Parlamento, la Lega darà battaglia per tutelare i sacrifici e il lavoro di migliaia di imprenditori e lavoratori balneari mentre i cittadini avranno l’occasione di cambiare la Giustizia votando Sì ai cinque referendum, promossi e sostenuti dalla Lega e dal Partito Radicale. Noi siamo qui a testimoniare l’impegno costante tra la gente e dento le Istituzioni a favore degli italiani, per evitare che, come già accaduto, il prossimo governo non sia l'ennesimo esecutivo di sinistra frutto di accordi di Palazzo ma quello effettivamente espressione della volontà degli elettori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rigenerazione urbana, dal governo 10 milioni di euro al Comune di Cesena
CesenaToday è in caricamento