Rifiuti, "cassonetti strapieni e raccolta poco chiara. Cesena segua il modello Forlì"

"I cassonetti sono sempre strapieni, i rifiuti ovunque (alcune situazioni sono surreali) e la raccolta differenziata è ben poco chiara", viene evidenziato

Cambiare le politiche in tema di raccolta rifiuti. E' l'invito del Comitato Mille Papaveri Rossi all'amministrazione comunale cesenate. "Mentre Forlì e i comuni limitrofi discutono, si confrontano, e provano a crescere sulla gestione e raccolta del rifiuto, a Cesena tutto tace - esordisce la nota -. I cassonetti sono sempre strapieni, i rifiuti ovunque (alcune situazioni sono surreali) e la raccolta differenziata è ben poco chiara. Se a Forlì la nuova società in house (Alea Ambiente) ha aperto un confronto, anche intenso fra i cittadini e le istituzioni, a Cesena tutto è fermo al bando di gara europeo per l'affidamento in concessione del servizio di gestione dei rifiuti nel bacino territoriale cesenate e ravennate. Ci piacerebbe avere tanti cittadini cesenati e non solo, dalla nostra parte, per fermare questa gara anonima e vecchia e seguire Forlì in scelte magari più difficili ma sicuramente più virtuose".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento