Ricci (Fdi): "Bocciata la mozione sulla sicurezza"

" Prima che si giungesse a queste forme acute e patologiche di esplosione del fenomeno in città, ci si era accorti della cronicizzazione del problema-sicurezza;in questo ambito, le carenze sono state strutturali"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

La sicurezza è un diritto primario, né di destra né di sinistra, una condizione irrinunciabile di libertà. Anni di permissivismo e di retorica ipergarantista e perdonista, inadeguatezza dei mezzi, immigrazione senza controllo e, soprattutto, scarsa consapevolezza della centralità del problema per la qualità della vita dei cittadini, hanno determinato l’emergenza sicurezza. Prima che si giungesse a queste forme acute e patologiche di esplosione del fenomeno in città, ci si era accorti della cronicizzazione del problema-sicurezza;in questo ambito, le carenze sono state strutturali.


 

Nella mozione sulla sicurezza e ordine pubblico di Libera Cesena,discussa al Consiglio comunale di ieri 19 marzo , si intendeva raggiungere una forma combinata di presidio-rassicurazione, rappresentata dai pattugliamenti nelle ore notturne da parte della Polizia Municipale e si voleva dimostrare quanto fosse necessaria la presenza visibile dei vigili sul territorio, accanto ai cittadini, nelle strade, nei quartieri più degradati,in ausilio alle altre Forze dell’Ordine.
 

Da tempo si era individuato e si era espresso nel programma elettorale di Libera Cesena, quale nodo centrale per la soluzione dei problemi legati alla sicurezza, una revisione del sistema,togliendo dagli uffici quei vigili che svolgono ruoli impiegatizi ,restituendo loro il ruolo di Polizia Giudiziaria,a Cesena abolito,dotandoli di mezzi deterrenti più efficaci ,con il compito di garantire l’incolumità dei cittadini e delle cose. Oggi notiamo pattuglie di vigili appostate in punti nascosti a prima vista,col solo compito di rilevare contravvenzioni (ordini dall’alto).


 

Ebbene,la maggioranza di sinistra in Consiglio comunale guidata dal sindaco Lucchi,ha ritenuto di dimostrare la sua sensibilità ai problemi legati alla sicurezza e all’ordine pubblico votando contro la mozione,più che legittima in una città dove l’incremento dei furti nelle proprietà private è aumentato,dove al mercato la sparizione dei portafogli è all’ordine del giorno ,dove zingari ed extracomunitari accattonano indisturbati e quando stanchi,vanno ad occupare le poltroncine dell’atrio della Biblioteca Malatestiana …come fossero seduti ad un qualunque bar e ad usufruire della rete web a nostre spese,dove le risse avvengono nel quotidiano,senza dimenticare le pesanti molestie e peggio ancora a donne di qualsiasi età.

Patrizia Ricci

Portavoce FDI-AN Cesena -gruppo Libera Cesena

Torna su
CesenaToday è in caricamento