Rendiconto 2017 e il maxi avanzo, Casali: "Soldi delle tasse inutilizzati"

Marco Casali di Libera Cesena interviene sul rendiconto 2017 dell'amministrazione comunale, con un avanzo di 39 milioni di euro

"Aumentano le entrate in tasse, ma rimangono inutilizzate arricchendo le casse del Comune". Marco Casali di Libera Cesena interviene sul rendiconto 2017 dell'amministrazione comunale, con un avanzo di 39 milioni di euro. "Una cifra rilevante - esordisce Casali -. Pensiamo a cosa si potrebbe fare se questi soldi fossero immessi nella nostra economia locale. Quante imprese potrebbero essere aiutate a partire in una attività. Quante famiglie potrebbero vedere agevolati alcuni servizi necessari".

"Certo, una parte di questa considerevole cifra dovrebbe rimanere a disposizione del Comune per assicurarne la solidità e quindi mettere un po’ di fieno in cascina per la brutta stagione - continua Casali -. Ma anche se mettiamo da parte i potenziali insoluti (quasi 18 milioni di euro di bollette e multe non pagate) i potenziali contenziosi con la cittadinanza (2.5 milioni, come non ricordare il caso del Ristorante I Gessi) i potenziali rischi che possono accadere nella vita di una amministrazione (3.2 milioni di euro), rimangono inutilizzati ben 15 milioni di euro. Un cifra considerevole che a nostro parere grida vendetta".

"E la cosa che rende ancora più paradossale la questione è che a fronte di un utile di bilancio del Comune di 15 milioni, le entrate tributarie, dal 2015, sono aumentate del 4.5% - prosegue Casali -. In sostanza aumentano le entrate in tasse che però rimangono inutilizzate arricchendo le casse del Comune. Tutto ciò nonostante non passi giorno dove l’amministrazione si prodiga nel ricordare che molto si sta facendo per il lavoro, per le famiglie e si è all’opera costante per dare sollievo alle situazioni difficili, che sono tante purtroppo, e non tutte quindi gestibili. Come dire: alle parole non seguono i fatti o almeno i bilanci dicono cose ben diverse. Non è il primo anno che ciò si realizza. Anzi, è da anni che si ripete la questione. Evidentemente c’è una precisa strategia nella gestione della macchina comunale: il comune al centro di tutto e cittadini alle sue dipendenze. Ma questo rapporto non può tenere a lungo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

Torna su
CesenaToday è in caricamento