Confcommercio appoggia la risoluzione della Lega: "Sì al referendum sulla Regione Romagna"

Afferma Patrignani: "Il referendum per la Regione Romagna secondo Confcommercio va in questa direzione, quella di dare il giusto peso alla Romagna"

Si' al referendum per la Regione Romagna. Confcommercio cesenate è favorevole alla risoluzione della Lega Nord Romagna che propone una consultazione popolare per la costituzione di una entità regionale autonoma. "Già' in passato - afferma il presidente Confcommercio Augusto Patrignani - abbiamo sostenuto che si tratta di un passaggio democratico necessario per dare voce ai romagnoli su una materia fondamentale per lo sviluppo e la valorizzazione del loro territorio. L'assetto istituzionale non può' essere materia riservata alle alchimie del Palazzo, ma è bene che venga sondata è rispettata la volontà' popolare. Potremmo dire con uno slogan: è la democrazia, bellezza".

"In questi lustri è' indubitabile che  la Romagna  abbia scontato un gap rispetto all'Emilia in termini di risorse, finanziamenti e progetti di sviluppo messi a disposizione dagli amministratori - aggiunge Patrignani - e cio'e' riconducibile a precise scelte di chi ha governato  la Regione. Negli ultimi tempi abbiamo riscontrato con favore un 'inversione di tendenza con l'ammissione della necessit' di rilanciare le istanze romagnole pur con pregiudiziali ancora evidenti come ad esempio il non adeguato sostegno alle istanze di rilanciare l'aeroporto di Romagna, visto in antagonismo rispetto al Marconi. Il referendum per la Regione Romagna secondo Confcommercio va in questa direzione, quella di dare il giusto peso alla Romagna. E non può essere bollato, come è stato fatto in questi giorni da esponenti politici che rivestono cariche importanti,  alla stregua di una patacata. Sono ben altre le patacate di cui è' stata vittima la Romagna in questi lustri".

"Confcommercio auspica dunque - conclude Patrignani - un dibattito sul merito del problema: pro e contro la Regione Romagna. Con argomentazioni serie e fondate, a cui faccia seguito la consultazione. Siamo impegnati da anni per affermare e costruire con i vari partner un territorio forte, con il brand di terra del buon vivere che ha pochi eguali al mondo. Serve un assetto istituzionale che consenta alla Romagna di esprimere.e sue straordinarie potenzialità ed e'giusto che su una materia così' nevralgica si esprimano i romagnoli".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento