Referendum, Fabbri sul fronte del sì: "E' comunque una vittoria"

L'ex consigliere comunale Davide Fabbri, dà una sua lettura del voto e parla comunque di un successo. Fabbri Lo spiega in una dichiarazione

Davide Fabbri

Nonostante il non raggiungimento del quorum nel referendum “trivelle”, uno degli esponenti locali del fronte del sì, l'ex consigliere comunale Davide Fabbri, dà una sua lettura del voto e parla comunque di un successo. Fabbri Lo spiega in una dichiarazione inviata agli organi di informazione: “I comitati, i movimenti, le associazioni ecologiste che hanno fatto in Italia pressione in 9 Regioni italiane per far sì che si tenesse una consultazione referendaria su estrazione di petrolio e gas, hanno vinto prima del 17 aprile”.

Questo perché “su cinque dei sei quesiti referendari il governo illiberale, antidemocratico e autoritario del premier non eletto Renzi era stato costretto alla retromarcia per evitare il voto: è stato sventato un piano scellerato con decine di altre piattaforme. Ogni quesito chiedeva di abrogare norme introdotte dal governo per facilitare le trivellazioni e per estromettere Regioni ed enti locali dalle decisioni. Per cinque quesiti il governo di larghe intese PD e post berlusconiani ha dovuto modificare la legge restituendo il potere agli enti regionali. Il sesto regalo, in eterno, alla super lobby dei petrolieri esenti da royalty è stato mantenuto in vita, anche per farci schiantare contro il muro del quorum, e umiliarci ora e in futuro”.

“Ma il governo ha fallito la trappola: nonostante il boicottaggio al quorum (25.393.170 votanti), nonostante il mancato abbinamento con le elezioni amministrative del 5 giugno prossimo (il referendum di ieri è costato 360 milioni di euro), nonostante il martellante invito illegale all’astensione di Renzi e Napolitano, nonostante la gigantesca campagna di silenzio dell'informazione di regime e disinformazione del servizio pubblico della RAI e dei giornali amici (il TG1 ad es. ha fatto 13 minuti di informazione in una settimana), nonostante bufale di stampo terroristico per spaventare gli elettori così ben disinformati (es. gli 11 mila posti di lavoro a rischio), nonostante tutto ciò milioni di italiani al voto non sono stati uno zero virgola. Nei referendum del 2000, 2003, 2005 e 2009 votarono dagli 11 ai 13 milioni di italiani. Il quorum fu raggiunto solo nel 2011 (27,6 milioni di voti) ma si votava anche il lunedì. Oltre il 30 per cento degli elettori vuol dire 15 milioni di italiani. 15 milioni in vista del referendum di autunno sulle riforme costituzionali, dove non c’è un quorum, sono una enormità, sono già la conta degli oppositori del premier uomo solo al comando”.

“Ogni voto è stato un paletto conficcato nel cuore del governo. E dei petrolieri che non potranno più fare i loro comodi di nascosto. E anche senza quorum, il referendum è l’inizio e non la fine della battaglia. Battaglia sulla moratoria su tutte le trivelle nel Mediterraneo. Battaglie contro nuovi inceneritori e grandi opere autostradali”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Cresce la curva dei contagi, "focolaio" in un caseificio. Il Covid torna ad uccidere nel Cesenate

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento