Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica

Fino a 400 euro al mese per i più poveri: ecco il Reddito di Solidarietà

"Siamo la prima regione in Italia ad attivare una simile misura - aggiunge Montalti -. L’Emilia- Romagna sta investendo risorse sul Patto per il lavoro, con l’obiettivo di far crescere l’occupazione"

Fino a 400 euro al mese per i più poveri: Il Reddito di Solidarietà è da mercoledì legge in Emilia-Romagna. Si tratta, spiega il consigliere regionale Pd Lia Montalti, di "una legge presentata e approvata grazie a Pd e Sel, che serve ad aiutare i più poveri che si impegnano ad uscire da una situazione di esclusione lavorativa e sociale. Non una misura prettamente assistenzialistica quindi, ma un progetto per il re-inserimento nella società di chi ne è ai margini. Sono 35 milioni di euro le risorse previste nel bilancio regionale a sostegno del Res, che si aggiungo ai 37 milioni che lo Stato ha erogato all’Emilia-Romagna per il Sostegno all'inclusione attiva (Sia)”.

CHI NE AVRA' DIRITTO - Il Res regionale potrà essere erogato ai nuclei familiari, anche unipersonali, che abbiano Isee uguale o inferiore a 3000 euro. Per accedervi si dovrà presentare la domanda ai servizi sociali del comune di residenza. Seguirà la presa in carico del nucleo famigliare con attivazione di un progetto di re-inserimento personale. Il beneficio sarà poi erogato tramite carta prepagata da parte dell’Inps. Si stima che in regione possano essere interessate dal Res 80 mila persone, corrispondenti a circa 35 mila nuclei famigliari residenti in Emilia-Romagna. Famiglie composte soprattutto da giovani coppie con tre o più figli a carico, single, anziani con bassissimo reddito e che nel complesso rappresentano quasi il 2% dei nuclei residenti in regione.

continua nella pagina successiva ======>

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fino a 400 euro al mese per i più poveri: ecco il Reddito di Solidarietà

CesenaToday è in caricamento