Recovery fund, Morrone (Lega): "L'entusiamo del Pd ha basi d'argilla"

Così il parlamentare della Lega, Jacopo Morrone, aggiungendo che "l’accordo sottoscritto dal premier Conte prevede un fondo praticamente dimezzato dalla proposta italiana di aprile e dovrà essere interamente restituito con risorse proprie"

“Non si capiscono davvero le ragioni dell’entusiasmo di esponenti del Pd locale e regionale sull’accordo europeo al ribasso a cui si è assoggettato il Governo italiano". Così il parlamentare della Lega, Jacopo Morrone, aggiungendo che "l’accordo sottoscritto dal premier Conte prevede un fondo praticamente dimezzato dalla proposta italiana di aprile e dovrà essere interamente restituito con risorse proprie, ovvero nuove tasse, con in prima fila la plastic-tax. I cantori ‘stonati’ del risultato raggiunto evitano poi di chiarire che questi fondi saranno erogati (la prima tranche non prima del 2021) dietro la presentazione di progetti scritti sulle raccomandazioni europee e sotto il ‘sindacato ispettivo’ di altri paesi membri, tanto che basterà che un solo Paese pigi il ‘freno a mano’ per bloccare i fondi. Un vero e proprio condizionamento politico dell’Italia e, soprattutto, della futura politica economica, industriale e sociale del Paese".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non solo - continua -. L’orizzonte dell’accordo è spostato in avanti, non si interfaccia quindi con le necessità odierne di liquidità, ed è condizionato dalle riforme su pensioni, lavoro, giustizia, sanità e istruzione secondo le direttive UE, che significano tagli, tagli e ancora tagli e tasse. Direttive che ovviamente non sono a vantaggio del nostro Paese. Quella del Governo Conte è stata una resa e non un risultato storico, che ci condannerà ad una nuova austerità. Presto l’ubriacatura della propaganda governativa e dei partiti che sostengono Conte crollerà di fronte alla realtà, ma i danni saranno già stati fatti. Prima di tutto un’ulteriore perdita di autonomia e democrazia, con l’imposizione di politiche eterodirette che probabilmente non viaggeranno nella direzione dell’interesse degli italiani. Noi della Lega, in ogni caso, faremo di tutto per tutelare l’Italia e gli italiani".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta contro il guard rail in uscita dalla curva, il motociclista muore sul colpo

  • Il primo studente positivo a scuola, tutta la classe va in quarantena

  • Il virus entra anche al Righi, 26 studenti in quarantena. Un altro tampone positivo al linguistico

  • Coronavirus, il bollettino di domenica: nuovi contagiati con sintomi

  • Il blitz della Finanza chiude l'hotel in anticipo, c'erano solo lavoratori stranieri in nero

  • Il forte odore allarma i vicini, non dava notizie da 12 giorni: trovato morto in casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento