Rifiuti, Montalti (Pd): "Lavorare sulle opportunità di riciclo e riuso"

La Regione ha promosso un convegno per fare il punto sull’attuazione delle politiche promosse, in particolare in tema di prevenzione della produzione dei rifiuti e di tariffazione puntuale

A un anno dall’approvazione della legge regionale sull’economia circolare, la numero 16 del 2015, la Regione ha promosso un convegno per fare il punto sull’attuazione delle politiche promosse, in particolare in tema di prevenzione della produzione dei rifiuti e di tariffazione puntuale. "Questa legge è nata nei territori: la sua approvazione è infatti arrivata dopo un percorso avviato da Comuni e associazioni a livello locale", ha sottolineato aprendo i lavori del convegno la consigliera regionale Pd Lia Montalti, relatrice della legge 16/2015. 

"La normativa regionale si fonda su tre pilastri: la tariffa puntuale, un fondo incentivante per i progetti dei Comuni e per premiare le realtà virtuose con l'obiettivo di ridurre sempre meno rifiuti e l’ecotassa per disincentivare l'utilizzo della discarica - prosegue Moltalti -. L'attuazione sta già dando i primi frutti sia in termini di progetti avviati sia per gli strumenti che si stanno mettendo in campo” ha affermato la consigliera democratica. Atersir ad oggi ha deliberato l’istituzione del Fondo d’ambito destinato a finanziare per metà i Comuni virtuosi, che possono così abbassare il costo del servizio di gestione dei rifiuti a carico dei cittadini, e per l’altra metà a sostenere con un incentivo progressivo e automatico, i progetti e gli investimenti dei Comuni dedicati all’incremento della raccolta differenziata e alla riduzione degli scarti prodotti".

"L’Agenzia regionale ha inoltre redatto il regolamento sulla tariffazione puntuale. L'obiettivo è di estenderla a tutti i comuni entro il 2020. La Regione, in base alle competenze che le assegna la legge 16, ha proceduto ad attivare il coordinamento permanente sui sottoprodotti con le associazioni di categoria, approvare le linee guida dei centri del riuso e istituire il Forum dell’economia circolare. Ad un anno dal voto in aula abbiamo visto come le buone pratiche si stiano diffondendo, anche nel territorio cesenate, dove molti comuni sono impegnati in azioni per aumentare e migliorare la raccolta differenziata e in progetti di riduzione dei rifiuti. L'abbiamo detto molte volte: dall’economia circolare, fondata su un nuovo approccio a produzione, riciclo e riuso, possono nascere opportunità concrete in campo ambientale, culturale ed economico", ha concluso Montalti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Il Covid continua ad uccidere nel Cesenate: 5 morti e 132 nuovi contagi

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

Torna su
CesenaToday è in caricamento