Questione insoluti, il M5S dopo il Consiglio comunale: "Grosso passo in avanti"

Lo afferma il consigliere comunale Claudio Capponcini dopo l'ultima seduta di Consiglio comunale

Si è svolto giovedì scorso il Consiglio Comunale che aveva all'ordine del giorno una nostra mozione che trattava come argomento gli insoluti (il caso relativo ai circa 35 milioni di euro di tributi, multe, imposte, rette non pagate e che il Comune non è in grado di riscuotere dai cittadini “morosi”), e che gravano sulle spalle degli onesti che le tasse locali le pagano, e sui quali ricade l’onere delle minori entrate. Afferma il consigliere comunale Claudio Capponcini: "In Consiglio e pubblicamente, sui media, sugli insoluti tanto abbiamo speso in termini di interpellanze, articoli di stampa, posts sui social, e altro ancora, con costante impegno in questi due anni affinchè si reagisca all’atteggiamento fin qui meramente burocratico del governo della città di fronte a quei 35 milioni di euro di mancati incassi. Giovedì scorso la risposta è stata l'approvazione all'unanimità del nostro documento cioè la presa d’atto del problema, e soprattutto l'impegno dell'assessore ad applicare a breve un nuovo schema organizzativo-gestionale. E di questo siamo particolarmente soddisfatti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Conclude Capponcini: "Il M5S intende a questo proposito, oltre che tutti i gruppi politici, ringraziare in special modo l'assessore comunale al bilancio per l'interesse e la competenza dimostrati nell'affrontare e cercare di risolvere questo annoso problema. Riteniamo che l'impegno di tutte le forze politiche e della giunta, sia un grande successo per i cittadini che potranno contare d'ora in avanti su un metodo più efficace di riscossione dei crediti esigibili e su un servizio di controllo più efficiente di monitoraggio dei dati di analisi (ad es: chi non paga perchè non vuole e chi perchè non può). E' solo l'inizio, ma siamo sicuri sia stato fatto un grosso passo in avanti, grazie alla condivisione da parte di tutti gli attori in campo e dell'assessorato al bilancio, per arrivare alla soluzione di questo spinoso problema".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento