Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica

Cardiologia del Bufalini, Baredi (Sel) attacca Tonini: "Nessuna novità"

"Abbiamo promesso di non abbassare la guardia e di sollecitare risposte e cambiamenti", afferma Baredi

"Nessuna novità in merito al potenziamento del reparto di cardiologia dell'ospedale Maurizio Bufalini di Cesena". La leader di Sinistra Ecologia e Libertà, Elena Baredi, torna sull'argomento, ricordando che quella del nosocomio cesenate è "l'unica cardiologia a non avere tra le 4 città dell’area vasta un servizio cardiologico, per la cura dell’infarto, funzionante sette giorni su sette 24 ore su 24. Abbiamo promesso di non abbassare la guardia e di sollecitare risposte e cambiamenti. Abbiamo presentato una interpellanza in consiglio regionale".

"Chiediamo - attacca Baredi - che anche a Cesena un cittadino, se viene colpito da infarto miocardico, possa essere curato nell’ospedale della propria città come accade a Forli, Ravenna e Rimini. A Natale, porgendogli gli auguri di buone feste, abbiamo ricordato tutto questo al direttore generale Marcello Tonini sollecitando un suo diretto intervento. Nulla è accaduto. Nonostante le tante dichiarazioni delle persone coinvolte nulla è stato fatto per il potenziamento del servizio. Nulla in termini di allargamento degli orari, maggiore offerta di prestazioni e riorganizzazione dei turni".

"Il fabbisogno dei cittadini non viene ascoltato - prosegue Baredi -. Sempre più numerosi i casi che lamentano l'enorme ritardo per l'esecuzione di esami cardiologici importanti (primo fra tutti la coronarografia). Molti cittadini vengono invitati ad eseguire l’esame in centri “più disponibili”. Non si pensa che così facendo si interferisce nel rapporto medico paziente andando a rovinare la continuità assistenziale? Il cittadino che esegue diagnostiche e interventi in un centro tenderà a tornare in quel centro perdendo fiducia nel servizio che non è stato in grado di curarlo".

"E cosa rimane sul piano della motivazione dei  professionisti di un reparto che viene ogni volta depauperato di un possibile intervento? - si chiede Baredi -. E in ultima analisi cosa rimane della cardiologia a Cesena se i pazienti sono invitati a rivolgersi altrove?Non vorremmo che si manifestasse sempre più l’impressione che le cure nella nostra Ausl dipendano dal territorio dove vivi e non dalla malattia che ti affligge. I cittadini cesenati attendono risposte".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cardiologia del Bufalini, Baredi (Sel) attacca Tonini: "Nessuna novità"

CesenaToday è in caricamento