Quartieri, la Lega: "Difficile l'unanimità. Anche se il percorso è aperto al confronto"

Lo affermano i consiglieri comunali della Lega Antonella Celletti, Fabio Biguzzi, Enrico Sirotti Gaudenzi e Beatrice Baratelli in una nota

"Sarà difficile che il nuovo regolamento dei Quartier sia votato all’unanimità. Alcuni punti, sostanziali per la Lega, sono infatti ancora in discussione. Mai dire mai, comunque. Noi siamo aperti a proposte che ci vengano incontro, come siamo stati disponibili a mediare su alcuni dei 35 emendamenti che abbiamo presentato alla bozza che il vicesindaco Christian Castorri ci ha sottoposto". Lo affermano i consiglieri comunali della Lega Antonella Celletti, Fabio Biguzzi, Enrico Sirotti Gaudenzi e Beatrice Baratelli in una nota.

"L’iter del provvedimento è stato interessante, permane, tuttavia, qualche retaggio dirigista del passato, mentre, a nostro avviso, è indispensabile cambiare mentalità, dando più spazio ai soggetti intermedi, alla società civile riunita in associazioni e comitati, a portatori di interesse strettamente collegati al territorio di competenza di ogni quartiere - proseguono gli esponenti del Carroccio -. Abbiamo analizzato minuziosamente il testo presentato da Castorri e, come detto, presentato 35 emendamenti, il numero più alto fra le forze politiche presenti in Consiglio comunale, molti dei quali accolti, alcuni con cambiamenti suggeriti dall’amministrazione. Rimangono alcuni nodi, in particolare sul fronte dell’età degli elettori, che, a nostro avviso, devono aver compiuto i 18 anni, e di chi può votare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Noi crediamo, infatti, che solo chi è in possesso della tessera elettorale possa esprimere il voto, anche per una questione di trasparenza e chiarezza sull’esito finale - concludono -. Siamo comunque soddisfatti per la possibilità che si attribuisce ai residenti di ogni quartiere di poter presentare, alle elezioni, una o più liste, possibilmente, secondo la nostra idea, scollegate dalle forze politiche, per poter esprimere, nel concreto, senza alcun diaframma, le necessità e la volontà della gente di fronte all’amministrazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento