Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica

Quartieri, Di Placido (LibDem): "Il Pd vuole abolire le elezioni e nominare i consiglieri"

"Pare che il PD cesenate voglia proporre di eliminare le elezioni per il rinnovo dei Consigli di Quartiere, che dovrebbero essere celebrate nei prossimi mesi, sostituendole con la nomina diretta dei nuovi Consiglieri da parte dei partiti"

“Pare che il PD cesenate voglia proporre di eliminare le elezioni per il rinnovo dei Consigli di Quartiere, che dovrebbero essere celebrate nei prossimi mesi, sostituendole con la nomina diretta dei nuovi Consiglieri da parte dei partiti. Niente elezioni, ma attribuzione dei seggi in base ai risultati delle elezioni amministrative del Maggio 2014”: è il timore che esprime con un comunicato stampa Luigi Di Placido dei 'Liberal Democratici' di Cesena.
 

Che commenta: “Essendosi appena concluso il periodo di Carnevale, la speranza è che qualche buontempone abbia pensato di fare uno scherzo politico, seppure di cattivo gusto. In realtà temiamo che la notizia sia vera e, a dir la verità, non ce ne meraviglieremmo neanche troppo, visto l’andazzo generale della nostra città. Quindi, per evitare una bassa affluenza, si cancellano le elezioni e si nominano direttamente i consiglieri. Secondo il PD cesenate, le elezioni di Maggio 2014 sono ancora lo specchio fedele della città, e quindi perché fare nuove elezioni? Questo atteggiamento prepotente pare abbia anche una aggravante: si vorrebbe tenere conto, infatti, dei risultati complessivi, e non quartiere per quartiere, così da non permettere una eventuale rappresentanza neanche a chi ha avuto buoni risultati in alcuni territori. Sia chiaro: per noi anche quest’ultima ipotesi è irricevibile, ma almeno avrebbe segnalato un po’ più di onestà intellettuale. Il risultato è chiaro: avendo la maggioranza in Consiglio Comunale, il PD avrebbe d’ufficio la maggioranza in tutti i Consigli di Quartiere. Forse neanche in Corea del Nord si studiano soluzioni simili”.
 

Ed ancora: “Ma come? Non ci si è sempre lavati la bocca con il ruolo fondamentale dei Quartieri? Sembra lontanissimo il 2013 quando, con la modifica al Regolamento dei Quartieri, venne inserita la possibilità per i medesimi di presentare proposte e richieste in fase di programmazione e progettazione preliminare delle opere pubbliche previste dall’Amministrazione; venne addirittura creato il “Comitato per le iniziative di partecipazione nei Quartieri”, che doveva avere lo scopo di gestire meglio i fondi a disposizione. Se la politica cesenate teme di non riuscire a convincere i cittadini dell’importanza di votare per i rinnovi dei consigli di quartiere, allora vuol dire che i Quartieri non hanno più ragione d’essere, e quindi li si elimini. Se invece ci si crede veramente, e non solo come cinghia di trasmissione del potere verso le periferie dell’impero, allora ci si mobiliti per sensibilizzare e sollecitare, e si apra un dibattito nella città e con i Quartieri sul loro futuro”.
 

“Che strano concetto di “partecipazione” dei cittadini: è importante solo a parole e solo quando serve come foglia di fico per gli interessi di bottega. Speriamo di venire prontamente smentiti sulle intenzioni del PD cesenate, diversamente ci opporremo in tutti i modi a questo nuovo esempio di arroganza. Mentre a Roma il PD renziano esulta per il ritorno (seppure parziale) nella nuova legge elettorale delle preferenze e del dare voce ai cittadini, e addirittura c’è chi chiede l’eliminazione dei capilista bloccati, a Cesena l’arroganza locale va in direzione esattamente contraria. Era il 16 Maggio 2014, quando Matteo Renzi saliva sul palco appositamente preparato per lui in Piazza del Popolo, a sostegno dell’allora candidato Sindaco Paolo Lucchi, che una settimana dopo beneficiò notevolmente di quella presenza e di quella presunta sintonia con il nuovo corso. Lo avevamo capito da tempo, ma oggi ne abbiamo ulteriore e bruciante conferma: fu uno dei meglio riusciti tributi all’ipocrisia nostrana”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quartieri, Di Placido (LibDem): "Il Pd vuole abolire le elezioni e nominare i consiglieri"

CesenaToday è in caricamento