Quarta Commissione, Papperini: "E' un golpe". La replica di Soragni

Papperini: "L'Amministrazione vuole affossare le funzioni della IV Commissione. La replica del Presidente del Consiglio Soragni: "Tutto in regola"

Angelo Soragni

L’Amministrazione sta preparando il passo successivo, vuole affossare definitivamente le funzioni della IV Commissione ed evitare ogni controllo sul lavoro della Giunta”. Questo è un passo inquietante contenuto all'interno della lettera che il consigliere del Movimento 5 Stelle ha indirizzato alla Prefettura chiedendo una risposta scritta. Tra gli elementi, rende noto che ci sarà una Commissione secretata per cambiare il regolamento Comunale. Soragni risponde: “Tutto in regola".

“Dopo aver boicottato – scrive Papperini al Prefetto - la Commissione “controllo e garanzia”, l’Amministrazione sta preparando il passo successivo che vuole affossare definitivamente le funzioni di tale Commissione ed evitare ogni controllo sul lavoro della Giunta. Ricordiamo che la Commissione in sede di “controllo e garanzia” era stata introdotta nel 1994 per equilibrare i poteri della Giunta comunale, con l’obiettivo di evitare che le decisioni venissero prese dalla Maggioranza senza la possibilità di un effettivo controllo da parte delle minoranze. A breve sarà convocata dal Presidente del Consiglio comunale A.J.Soragni una Commissione ad hoc, segreta e quindi chiusa al pubblico, che avrà il compito di modificare lo Statuto e il Regolamento per il funzionamento del Consiglio comunale”.

"L’Amministrazione - scrive Papperini - ha presentato diversi emendamenti e modifiche con i quali si vogliono legare obbligatoriamente i commi delle Commissioni ai commi del Consiglio comunale. Tali emendamenti porterebbero la Commissione controllo e garanzia a non poter più svolgere le proprie funzioni, che comprendono il controllo sulle Delibere di Giunta e sul lavoro delle società partecipare (compresa la Cesenatico servizi ed Hera). In pratica stiamo assistendo ad un vero “golpe” istituzionale nel Comune di Cesenatico. Non ci sarà più la possibilità per i gruppi di minoranza di poter controllare  il lavoro della Giunta e delle società partecipate”.

Risponde Angelo Soragni. Il presidente del Consiglio Comunale precisa che il suo contributo è a titolo tecnico-procedurale. In merito alla Commissione a porte chiuse ha detto che: "Si tratta di un comitato tecnico di persone che sta lavorando sulla base delle indicazioni dei gruppi consiliari alla redazione del nuovo Statuto e Regolamento per armonizzarli al Testo Unico degli enti locali. Non è pubblica solo per agevolarne i lavori, ma non è segreta o secretata, Papperini usa una terminologia che non si usava neanche durante la guerra fredda".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Tra l'altro Papperini è membro di questa commissione quindi capisce che la polemica sorge dal nulla. Non ci sarà pubblico solo per facilitare i lavori. Poi quanto prodotto in Commissione va in Consiglio per i voti dove ci sarà pubblico e diretta streaming".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tragico incidente in bici, è morto dopo due giorni di agonia l'agente di Polizia

  • Tragedia sulla spiaggia di Cesenatico, trovata riversa nell'acqua: muore l'anziana turista

  • Cesenatico, dalle spiagge libere alle aree polifunzionali: ecco l'ordinanza balneare anti-Covid

  • Fischietti di San Giovanni e mazzetti di lavanda, sarà una festa sobria ma ci sarà

  • Addio a Tinin Mantegazza, "Cesenatico perde un artista e un creativo incredibile"

  • Coronavirus, un nuovo caso di positività: quelli totali da inizio emergenza sono 783

Torna su
CesenaToday è in caricamento