Provincia Unica, Lucchi e Bulbi: "Basta litigare sul capoluogo"

"Questa fase deve essere utilizzata non per ragionare del capoluogo della nuova Provincia unica della Romagna, ma per capire quali debbano essere le funzioni delle Province e di conseguenza dei Comuni"

"Caro Presidente Patrignani, ti ringraziamo molto della tua nota relativa al dibattito sulla nuova Provincia unica per i territori della Romagna. In questa fase, come tu stesso ci solleciti a fare, serve limitare le dichiarazioni “a tutti i costi", per entrare concretamente all’interno di una visione di cambiamento indicata dal Governo e richiesta dai cittadini". Inizia così la lettera che il sindaco di Cesena Paolo Lucchi e il presidente della Provincia Massimo Bulbi hanno inviato al presidente di Confcommercio Patrignani in merito alla situazione relativa alla Provincia Unica romagnola.

MENO BUROCRAZIA - "In particolare, poiché siamo stati eletti per amministrare e programmare il futuro a noi pare che serva utilizzare questo processo di cambiamento per favorire la sburocratizzazione, la semplificazione, per rendere ancor più competitivo il nostro sistema economico – che, purtroppo è indubitabilmente in difficoltà - e per trasmettere ai cittadini un nuovo orgoglio di appartenenza alle nostre comunità".

RAGIONARE SULLE FUNZIONI, NON SUL CAPOLUOGO - "Serve allora che questa fase sia utilizzata non per ragionare del capoluogo della nuova Provincia unica della Romagna, nè per iniziare a tratteggiare, magari in ambiti ristretti, la collocazione delle diverse presenze dello Stato sui territori che, semplicemente, dovranno rispondere ad una precisa esigenza di facilitazione dei cittadini. Prima partiamo, piuttosto, dalle funzioni delle Province e, di conseguenza, dal ruolo dei Comuni e della Regione Emilia-Romagna e decidiamo assieme alla società civile, alle rappresentanze sociali ed economiche, come cambiare il nostro modello di decisione e quello organizzativo. Questa visione è la stessa che ci pare perseguire Vasco Errani, Presidente della nostra Regione e siamo certi che questo ti conforterà" dichiarano Bulbi e Lucchi, che concludono: "Qui sta la sfida vera. Da combattere in fretta, poichè il 5 settembre il Governo indicherà con maggior precisione le funzioni delle Province attribuite ai Comuni ed entro il 3 ottobre il Cal della regione Emilia-Romagna dovrá approvare una proposta regionale da trasmettere al Governo".
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento