menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Progetto "Attiviamoci per Cesena", il vicesindaco: "Le adesioni sono 71"

In merito al progetto Attiviamoci per Cesena, con annessi riflessi fiscali, sul quale era stata fatta un'interrogazione da parte del consigliere Marco Casali di Libera Cesena", è arrivata la risposta del vicesindaco Carlo Battistini durante il Consiglio comunale di lunedì a Cesena.

In merito al progetto Attiviamoci per Cesena, con annessi riflessi fiscali, sul quale era stata fatta un'interrogazione da parte del consigliere Marco Casali di Libera Cesena", è arrivata la risposta del vicesindaco Carlo Battistini durante il Consiglio comunale di lunedì a Cesena.
 
"Sono 71 le adesioni al progetto "Attiviamoci per Cesena" - ha detto il vicesindaco - e il bando non ha scadenza". Alla domanda su quali fossero i progetti strutturati che il comune ha posto in atto, il vicesindaco ha risposto che "In collaborazione col quartiere “Valle Savio” è stato predisposto un intervento strutturato nella frana di Roversano per pulizia rione, strada di collegamento, area circoscritta a “Torre di Roversano". In collaborazione con alcuni residenti il condomio di via Certaldo, si è disposto un piano di pulizia dell’area pubblica circostante il condominio di residenza. Inoltre, continua il vicesindaco, "In collaborazione con un gruppo spontaneo di cittadini, su loro richiesta, si è definito un piano d’intervento, in parte, del Parco Ippodromo e nella Zona Fiorita. Per 12 volontari è stato concordato un intervento personalizzato connesso alla piccola pulizia di aree attigue alle loro abitazioni" 

Sulla questione profughi Battistini sottolinea come "I 32 profughi, iscritti al Progetto, sono stati inseriti, in accordo col Servizio Verde Pubblico, negli interventi di pulizia di: Giardini di Serravalle, Giardini Ragazzi del ’99, Giardini Malmerendi, Parco per Fabio"

Casali aveva chiesto se fossero stati effettuati i colloqui con i volontari, così come previsto dall’art. 8 del suddetto bando. "Sì - dice il vicesindaco -  tutti i colloqui sono stati effettuati, il cui esito ha portato alla firma dei relativi Patti Civici previsti dal progetto e conservati agli atti. L'onere della singola copertura assicurativa così come previsto dall’art. 9 del suddetto bando ammonta ad € 23,30"

"Quanti soggetti hanno fruito dell’agevolazione appositamente prevista per la Tasi 2015; a quanto ammonta la somma complessiva delle detrazioni Tasi utilizzate per l’anno 2015?" aveva chiesto Casali. Questa la risposta: "Il termine per  usufruire della agevolazione Tasi per Attiviamoci per Cesena scade il 16 dicembre con il versamento del saldo del tributo e poichè non è prevista nel regolamento comunale nessuna comunicazione da presentare agli uffici  per usufruirne, in ottica di semplificazione per il contribuente, la verifica del suo utilizzo dovrà avvenire da parte del servizio tributi sulla base dei soggetti iscritti nell'apposito elenco tenuto dai servizi sociali. Fino ad allora non siamo in grado di sapere quanti contribuenti avranno utilizzato tale detrazione perchè proprietari di 1^ casa ed a quanto ammonta la detrazione Tasi goduta complessivamente. Tali dati potranno essere disponibili solo nei primi mesi del 2016 a seguito di apposita attività di verifica dei versamenti Tasi effettuati dai soggetti iscritti nell'elenco di cui sopra e per il periodo e la quota corretti". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento