menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Profughi, M5S: "Assessore Benedetti inadeguata e offensiva in commissione"

"Un balletto tra audizione a porte aperte e porte chiuse su basi assolutamente inconsistenti, l'approssimazione e il pressapochismo con cui hanno trattato la questione della presunta riservatezza"

“Ieri sera in °4 commissione abbiamo assistito alla rappresentazione plastica dell'arroganza e dell'incompetenza di un assessore che occupa una posizione chiave all'interno dell'amministrazione e che con le sue affermazioni avventate ha minato la sua stessa credibilità”: è l'attacco che muove il capogruppo del M5S Natascia Guiduzzi, dopo la pasticciata commissione prima segretata e poi rimessa in forma pubblica, che avrebbe dovuto discutere della gestione dei profughi a Cesena, ma che alla fine è stata disertata dai referenti dell'associazione “Croce d'oro”.

Dice Guiduzzi: “All'incapacità e all'incoerenza della vice presidente della 4° Commissione e del presidente del Consiglio che hanno innescato tutto quel balletto tra audizione a porte aperte e porte chiuse su basi assolutamente inconsistenti, l'approssimazione e il pressapochismo con cui hanno trattato la questione della presunta riservatezza degli argomenti da trattare in Commissione vanificando e ridicolizzando tutta l'operazione e la Commissione stessa. All'assoluta mancanza di rispetto di un'associazione discussa nei confronti di un'istituzione territoriale (il Consiglio Comunale) che diserta una commissione di confronto, con la quale sarà poi costretta ad interagire in qualche modo o a qualche livello”.

“Politicamente la commissione è stata un disastro per la maggioranza, con l'assessore Benedetti che ammette  candidamente di essere a conoscenza dei “disagi” in cui versavano i profughi fin dall'agosto scorso, anche attraverso le dichiarazioni di residenti nelle strutture in questione, senza mettere in campo nessuna azione significativa. Lei da mesi avrebbe potuto e dovuto prendere qualche provvedimento. A domanda mia diretta: “Assessore ma se sapeva perché non è andata in Procura?”, ha risposto sprezzante: “Mi arrivavano solo voci. Gli esposti li lascio al M5S”. Questo denota un'arroganza della funzione che non puo' essere lasciata passare sotto silenzio”.

“Per noi questo modo di agire è inacettabile. Non siamo disposti a sopportare l'arroganza di un assessore, sostenuta da una rappresentante della maggioranza che in un intervento confuso tenta pietosamente di addossare la responsabilità di questa omertà all'ex presidente Valletta reo, a suo dire, di non aver convocato commissioni si approfondimento (e come poteva se il consiglio comunale non ne era informato?) e che in commissione offende gratuitamente i consiglieri comunali. Riteniamo che l'assessore Benedetti abbia dimostrato di non essere più all'altezza del ruolo che ricopre. E' evidente la manifesta incapacità nel trattare problemi ad alta rilevanza sociale com'e' ora quello del trattamento e della custodia degli immigrati e profughi”, conclude Guiduzzi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento