Primo maggio, il sindaco: "Il mio pensiero va agli oltre 8mila disoccupati di Cesena"

"In questa giornata così importante e ricca di significato, il primo pensiero va a chi il lavoro non ce l’ha o l’ha perso, a chi non intravvede una possibilità per il futuro, ai tanti giovani e non solo che cercano di farsi spazio"

"In questa giornata così importante e ricca di significato, il primo pensiero va a chi il lavoro non ce l’ha o l’ha perso, a chi non intravvede una possibilità per il futuro, ai tanti giovani (e non solo, purtroppo) che cercano quotidianamente di farsi spazio nel mondo del lavoro". Lo ha detto il sindaco di Cesena, Paolo Lucchi, per celebrare questo 1 maggio 2014, festa dei lavoratori.

"Il lavoro dà dignità e sicurezza, mentre l’esclusione dal lavoro è, purtroppo, anche esclusione dalla società in cui si vive. Dal 2011, con l’attivazione dell’assessorato al lavoro, a Cesena abbiamo lavorato incessantemente per sostenere le imprese a fronte di nuove assunzioni, favorire l’inserimento lavorativo attraverso le borse lavoro, sostenere la neoimprenditorialità con il supporto dell’informagiovani e progetti innovativi come Cesenalab" ha detto il sindaco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Lo so, non basta - ammette Lucchi - ma sono convinto che negli anni a venire sia necessario continuare su questa strada, mettendo il lavoro al centro di ogni linea politica per il futuro della nostra città. Altroché tante delle polemiche inutili di queste settimane su altro! Agli 8011 disoccupati della nostra città va, oggi, il mio primo pensiero. Buon 1° maggio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento