menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giorgio La Malfa

Giorgio La Malfa

Pri, sei cesenati eletti in Consiglio Nazionale. Rientra nel partito Giorgio la Malfa

"La mozione finale del Congresso di Bari - spiega il segretario regionale Renato Lelli - esprime indirizzi politici chiari"

Renato Lelli, in qualità di Segretario Regionale del Pri dell’Emilia Romagna esprime soddisfazione per "il risultato raggiunto al 49° Congresso Nazionale di Bari (con la presenza di una mozione unica votata da tutti i delegati ma con indirizzi politici chiari, per il rientro di Giorgio La Malfa (figura autorevole e capace in grado di dare forza alla azione di cui sopra, e per la possibilità di dare nuova linfa alla gestione organizzativa ed amministrativa interna".

"La mozione finale del Congresso - spiega Lelli - esprime un giudizio chiaro su centro-destra (“il Pri non può collaborare con coloro che non si riconoscono nei principi fondamentali del più assoluto rispetto per le forme dirette della democrazia parlamentare, e quindi con sovranisti e populisti”) e governo (“l’attuale governo ha dimostrato di aver fallito il suo mandato”, collocando il PRI in “netta opposizione alla attuale compagine governativa”).

"Inoltre - prosegue Lelli - per le prossime elezioni europee il Congresso ritiene necessario un rafforzamento delle aree politiche presenti in Europa (“collaborando con tutte le forze di medesima ispirazione europea e promuovendo un’area democratica liberale riformatrice”) nella logica della unità dei popoli europei, intesa come miglioramento delle condizioni di vita economiche e sociali di una area che soffre per gli effetti della globalizzazione (partendo dalla “constatazione delle difficoltà e dei ritardi dell’Unione Europea, ciò non toglie la necessità dell’Italia di far parte a pieno titolo dell’Europa”).

Il Pri cesenate vede con favore il ritorno di Giorgio La Malfa: "La Malfa fu espulso nel 2011 perché da parlamentare contestò l’alleanza di centro destra in cui il Pri allora era collocato. Tempo 6 mesi ed anche il Pri lasciò la coalizione. Quindi la decisione poteva avere un senso statutario ma certamente non politico. Difatti con il Pri di Cesena i rapporti anche di tipo politico non si sono mai interrotti, tant’è che nel novembre 2016 La Malfa partecipò ad una iniziativa a Sant’Andrea in Bagnolo per dire 'No' al referendum di Renzi. I sei cesenati eletti in Consiglio Nazionale, collegati alla mozione politica sono Renato Lelli, Gabriele Bacchi, Germano  Gabanini, Paolo Morelli, Africo Morellini  e Mattia Tampieri 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una bontà tradizionale: la ricetta delle Pesche dolci all'alchermes

Arredare

Divano nuovo? Ecco i consigli per non sbagliare l'acquisto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento