Cesenatico, il Pri: "Andare sino in fondo sul tema delle cessioni di partecipazioni pubbliche"

"Auspichiamo poi un secondo passo che preveda lo stralcio delle convenzioni Atr sulla gestione dei parcheggi a pagamento e la successiva gestione diretta da parte del comune . una gestione che presuma poi, sia una riduzione delle tariffe che una liberalizzazione della sosta “breve”"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

"Le mezze rivoluzioni non mi sono mai piaciute , né tantomeno sono mai servite a qualcuno. Ragion percui se si cambia che si cambi sul serio e pienamente , per cui invitiamo l'assessore al bilancio Amormino ad andare sino in fondo sul tema delle partecipazioni pubbliche. Ben venga la decisione di cedere le quote di partecipazione di Start Romagna. Dopodichè credo sia necessario cedere totalmente le quote delle partecipazioni inutili, mi chiedo quali benefici per la cittadinanza giungano da alcune partecipazioni quali Lepida o Terme di S.Agnese?

Auspichiamo poi un secondo passo che preveda lo stralcio delle convenzioni Atr sulla gestione dei parcheggi a pagamento e la successiva gestione diretta da parte del comune . una gestione che presuma poi, sia una riduzione delle tariffe che una liberalizzazione della sosta "breve". Oggi da tale convenzione solo pochi spiccioli giungono alle casse comunali ed in cambio otteniamo ben pochi servizi, basta osservare lo stato di indecenza di diverse fermate Atr del nostro territorio, fermate prive di pensiline e sedute per l'attesa , in talune fermate gli stessi cittadini si sono adoperati con sedie di fortuna.

Sul trasferimento a terzi di attività quali le "illuminazioni votive" vogliamo fortemente segnalare il disservizio ai quali i cittadini sono incorsi , costretti oltre che a dover accettare un forte rincaro della tariffa (50%) pure a dover comunicare i propri dati personali al nuovo gestore , come è possibile che a fronte della decisione di un nuovo affido, i nostri amministratori non abbiamo garantito che il cambio gestione non comportasse nè aumenti di tariffe né disservizi? Quantomeno il nuovo gestore doveva ottenere l'elenco anagrafico dei luci votive".

Torna su
CesenaToday è in caricamento