Elezioni, Pizzarotti lancia Valletta. Il candidato sindaco: "Lavorare per l'unità dei cesenati"

Valletta, nella presentazione di quanto fatto in questi anni e del programma previsto per la prossima legislatura, ha posto l'attenzione su alcuni punti fondamentali

Foto di Stefano Angeli

Per la presentazione ufficiale di Vittorio Valletta, candidato sindaco di Cesena SiAmo Noi, è  arrivato Federico Pizzarotti, ex grillino come lui, sindaco di Parma e ora presidente nazionale del partito "Italia in Comune" che, come in altre città italiane, sostiene le liste civiche radicate sul territorio e non inventate 4 mesi prima delle elezioni amministrative. Insieme a loro due, sul palco del Ridotto, anche Gianluca Amadio, coordinatore cesenate di Italia in Comune, Marco Boschini, presidente regionale Emilia Romagna di Italia in Comune e Serse Soverini, onorevole, coordinatore regionale Emilia Romagna, sempre di Italia in Comune. 

Per Pizzarotti non è stata la prima volta a Cesena. Venne nell'autunno del 2012 e fu invitato dai Cinquestelle cesenati come primo sindaco grillino. In quell'occasione, intorno a lui venne alzato una cordone di protezione incredibile anche perché era il periodo in cui stampa e giornalisti non stavano molto simpatici ai grillini e, in un qualche modo, si facevano vanto di disertare ogni invito in televisione. Da quel novembre le cose sono cambiate molto: i pentastellati hanno iniziato a sentirsi a loro agio davanti a una telecamera e Pizzarotti non è più un pentastellato ma ha fondato un nuovo partito: Italia in Comune. Un partito che vuole rimettere al centro i cittadini, coinvolgendoli nella politica attiva, quella reale che interessa le scelte concrete, quotidiane.

Un esempio? Per Italia in Comune e Cesena SiAmo Noi è assurdo parlare di scaglioni quando si parla di rette di servizi scolastici (mense, frequenza nidi e trasporto) ma è più corretto parlare di progressione. Ognuno paga in rapporto a quello che può pagare e non scatta un aumento sostanzioso se appartieni a uno scaglione superiore (che magari si differenzia da quello inferiore di qualche euro) perché nella politica reale la differenza tra quelle famiglie è minima. "La politica reale è quella che immagina la città tra 20 anni - ha spiegato Pizzarotti - quella che ha la capacità di programmare su brevi distanze tenendo in considerazione anche le proiezioni del futuro. Non deve solo immaginare, deve prevedere. E' quella che non subisce la disoccupazione, ma puntando sull'innovazione crea lavoro, dà speranza".

Un altro punto fondamentale per Italia in Comune e Cesena SiAmo Noi sono le competenze. "Non si può far politica per tutta la vita - ha puntualizzato Pizzarotti - ma non si può nemmeno mettere al governo a far leggi chi non sa nulla, chi non ha competenze. Bisogna smetterla con l'esaltazione della rottamazione. Chi è capace, fa bene a dare il suo contributo". E la politica concreta, fatta di lavoro negli anni, di battaglie vere e non di slogan ma di ragionamenti, è quella che piace al gruppo di Cesena SiAmo Noi.

Valletta, nella presentazione di quanto fatto in questi anni e del programma previsto per la prossima legislatura, ha posto l'attenzione su alcuni punti fondamentali: cura e rispetto dell'ambiente, lotta al gioco d'azzardo (grazie a Cesena SiAmo Noi il Cesena Calcio non potrà avere sponsor legati a questo settore), zone libere e aperte a tutti i cittadini come gli Urban Center (spazio condiviso a cittadini di ogni partito o religione per creare, discutere e promuovere iniziative per la città), conoscenza maggiore della storia della città tramite informazione, cura dei monumenti o istituti culturali (un esempio è la nomina del direttore della Malatestiana), l'affidamento della sicurezza cittadina a un security manager, un esperto competente in materia che studi la città e proponga strategie utili a risolvere il problema. 

"Vorrei che il prossimo sindaco, dal giorno dopo l'elezione, si mettesse subito a lavorare per l'unità dei cesenati - ha concluso Valletta - Noi crediamo talmente tanto nella collaborazione che nella prossima legislatura ci piacerebbe che l'opposizione non si chiamasse più opposizione ma venisse considerata parte fondamentale per creare benessere a Cesena. Del resto tutti dobbiamo guardare nella stessa direzione che è quella di vivere meglio, in un ambiente migliore e in un futuro più sostenibile anche a livello umano".

presentazione candidatura vittorio valletta-2

presentazione candidatura vittorio valletta 3-2-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(foto di Stefano Angeli)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento