Precari delle Province, Lattuca: "Prorogare i contratti fino al 31 dicembre 2016"

"Il futuro dei dipendenti delle Province è un tema che riguarda da vicino il nostro territorio così come la qualità dei servizi erogati nel settore della formazione e delle politiche comunitarie", afferma l'esponente democratico

Prorogare i contratti a tempo determinato dei dipendenti delle Province e stabilizzare i precari. Sono questi i contenuti principali di una serie di emendamenti alla Legge di stabilità che ha presentato il parlamentare Enzo Lattuca. "Il futuro dei dipendenti delle Province è un tema che riguarda da vicino il nostro territorio così come la qualità dei servizi erogati nel settore della formazione e delle politiche comunitarie", aggiunge l'esponente democratico.

"Per garantire la stabilità di molti lavoratori precari e per garantire la continuità dei servizi di questi enti, ho presentato un emendamento che prevede la proroga dei contratti a tempo determinato per le province e città metropolitane di due anni, fino al 31 dicembre 2016 - continua Lattuca -. Abbiamo richiesto inoltre di prevedere una procedura di stabilizzazione del personale assunto negli ultimi cinque anni, con procedure di evidenza pubblica, derogando al divieto imposto alle Regioni di procedere ad assunzioni a tempo indeterminato anche nell’ambito di procedure di mobilità".

"Ci siamo concentrati anche sulla questione legata ai lavoratori impiegati nei centri per l’impiego, che proprio in questi mesi sono impegnati per rendere effettivo il piano Garanzia Giovani - aggiunge il parlamentare -. In questo caso l’emendamento che ho presentato prevede una proroga di tutti i contratti di lavoro a tempo determinato che riguardano il settore della formazione, delle politiche comunitarie e delle politiche attive del lavoro e i contratti di collaborazione coordinata e continuativa indispensabili per la realizzazione di attività di gestione dei fondi strutturali europei e degli interventi finanziati".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Già nell’estate scorsa avevo presentato emendamenti analoghi al Decreto PA approvati in Commissione e poi ritirati a causa di in intervento della ragioneria dello Stato - conclude Lattuca -. Allora avevamo promesso che avremmo trovato una soluzione all’interno della Legge di stabilità, abbiamo mantenuto quella promessa e ora ci auguriamo che sia la volta buona e che il Governo li recepisca all’interno della prossima legge di stabilità 2015 in discussione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

  • Violento scontro frontale sulla via Emilia, l'auto finisce nel fosso e traffico in tilt

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento