Domenica, 14 Luglio 2024
Elezioni

Post elezioni, Cna ai sindaci: "Sempre disponibili a collaborare. Aspettiamo risposte concrete"

Cna porta avanti le richieste degli associati, contenuti nel documento “Cna lo fa”, sottoscritto dai candidati nelle scorse settimane

“Ai sindaci eletti nei comuni del territorio, e anche a chi lo sarà dopo il ballottaggio, un augurio di buon lavoro per i prossimi cinque anni di attività amministrativa. I nostri sindaci hanno un compito importantissimo, sono gli amministratori più vicini a cittadini e imprese, devono quindi avere grande capacità di ascolto, ma anche di risoluzione di problemi vitali per le comunità, pur spesso in ristrettezze di bilancio. Confermiamo la nostra disponibilità a collaborare in maniera costruttiva, con l’approccio di Cna che tiene insieme le esigenze del mondo produttivo con il benessere della comunità. Le nostre imprese, infatti, sono profondamente radicate nei tessuti sociali, sono quelle che creano buona occupazione, che non delocalizzano e portano valore sul territorio”. È il saluto di Lorenzo Zanotti e Franco Napolitano, presidente provinciale e direttore generale di Cna Forlì-Cesena, ai sindaci eletti nei comuni della provincia di Forlì-Cesena.
 
In occasione di questa tornata elettorale, Cna ha promosso una campagna a livello provinciale (“Cna lo fa”) per portare avanti gli interessi dei propri associati, che si è tradotta in cinque incontri pubblici con i candidati (Forlì, Cesena, Savignano, San Mauro, Gambettola), molto vivaci e partecipati, oltre a decine di incontri ristretti, che hanno coinvolto i dirigenti locali dell’associazione. Con una partecipazione complessiva di oltre mille persone tra imprese e cittadini. “Abbiamo raccolto le nostre proposte - continuano Zanotti e Napolitano - e le abbiamo sintetizzate in un documento presentato a tutti i candidati, con l’invito a sottoscrivere le priorità indicate dalle nostre imprese. Adesso ci aspettiamo risposte concrete dalle nuove amministrazioni: tocca ai sindaci eletti e alle loro giunte trovare le soluzioni richieste dalle aziende. Cna seguirà con attenzione, come ha sempre fatto negli anni, l’attività delle nuove amministrazioni”.
 
"Il quadro istituzionale attuale richiede necessariamente più percorsi, e il coinvolgimento di diversi livelli per affrontare le sfide che ci attendono - affermano Napolitano e Zanotti -. Abbiamo presentato proposte concrete sulla fiscalità locale: ridurre le aliquote Imu sugli immobili strumentali; tassa di soggiorno omogenea, destinata allo sviluppo turistico; scadenzario comune dei tributi. Nel campo dei rifiuti: agevolare il dialogo con le imprese affidatarie, incentivi per economia circolare e tavolo di confronto per attuare effettivamente la tariffa puntuale. C’è ancora molto da fare in materia di semplificazione amministrativa, attraverso l’autocertificazione, la digitalizzazione degli archivi, il metodo “Once Only” e altri strumenti innovativi. Servono politiche di sostegno alle imprese e al lavoro, accompagnando la transizione ecologica e la rigenerazione urbana, supportando le neoimprese e la continuità aziendale, con premialità per chi non delocalizza, assume o investe, appalti a chilometro 0 e politiche turistiche provinciali. Tutto questo confermando il nostro no all’abusivismo e sì alla sicurezza. Su questi temi abbiamo chiesto un impegno preciso ai candidati e continueremo a presidiarli nell’interlocuzione con le amministrazioni locali durante l’intero mandato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Post elezioni, Cna ai sindaci: "Sempre disponibili a collaborare. Aspettiamo risposte concrete"
CesenaToday è in caricamento