Possibile: "Nuovo ospedale, cambiare tutto per non cambiare niente"

"Gli ultimi giorni del 2016 non possiamo che dedicarli agli auguri a tutti i Cesenati e a "tirare le somme" di un anno che senza ombra di dubbio possiamo definire importante"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

Gli ultimi giorni del 2016 non possiamo che dedicarli agli auguri a tutti i Cesenati e a "tirare le somme" di un anno che senza ombra di dubbio possiamo definire importante. 
Abbiamo affrontato due campagne elettorali con grande passione, ad aprile quello sulle "trivelle" e pochi giorni fa sul referendum costituzionale, che ci hanno visto presenti sul territorio di Cesena e non solo. 
Un anno fatto di incontri e interventi importati, di prese di posizione che non ci hanno mai visti essere silenti o semplici controfigure. Abbiamo provato a dare voce a tematiche importanti per la nostra città e parlare di Campus Universitario, nuovo ospedale, del museo della città, di diritti, di immigrazione, di migranti richiedenti asilo, di integrazione, di scuola, di sociale, di disagio, di precariato, di lavoro che non c'è, di cultura e di storia, e di progetti, grandi e piccoli. Di una crisi economica dura, che ha colpito e lasciato un solco anche in una realtà importante e ricca come Cesena e la Romagna.
E non é stato facile farlo in un contesto politico brutto, dove hanno prevalso i personalismi e l'arroganza, dove hanno trovato terreno fertile facili populismi e dove "nessun paese é un'isola"!
Un anno fa il nostro percorso politico si è trasformato in Comitato Possibile, una scelta importante, perché dopo un anno ci siamo di più e ci siamo meglio, e abbiamo rafforzato la "partecipazione" con nuovi compagni e compagne di viaggio a cui va il nostro grazie! 
Difficile la situazione politica di fine anno a Cesena. Un'Amministrazione e una maggioranza poco capaci a confrontarsi e con davvero poche idee, e gli stessi progetti e le stesse cose presentate e ripresentate all'infinito di cui non si vede né capo né coda. E le opposizioni cittadine confluite in un avventino della parola e un contro-consiglio di difficile comprensione e che non ci piace. E tutto questo non fa bene alla città. 
Due o tre cose buone si sono sentite e viste: sul Campus Universitario e sul rinvio della Delibera per individuare la nuova area in cui realizzare il nuovo ospedale.
Sul nuovo ospedale per ora prevale il sempre verde "cambiare tutto per non cambiare niente" non essendo STATO PRESENTATO NESSUN PROGETTO DI SOSTENIBILITÀ né URBANISTICA, né EDILIZIA, né ECONOMICO, speriamo in un 2017 con maggior buon senso. Perché non vorremmo che chi Amministra sperando di lasciare il proprio segno nella "storia" di questa città abbia rinviato la decisione solo per avere maggiore visibilità e una platea più basta!
Come arrogante è il secco NO del Sindaco su un rimpasto di Giunta e di deleghe: le difficoltà e la stanchezza a metà mandato sono sotto gli occhi di tutti, soprattutto su temi importanti come scuola, servizi sociali, lavoro, cultura, ambiente, immigrazione, integrazione, futuro e rilancio della città, i temi che come dicevamo ci stanno più a cuore.
Il 2017 inizia sullo slancio del grande NO alla riforma Costituzionale urlato da milioni di cittadini e si prospetta davvero interessante con il probabili referendum sulla pessima riforma del lavoro (l'ormai tristemente noto jobs act) e con le molto probabili elezioni politiche (magari con una buona legge elettorale che permetta la stabilità e la rappresentanza di tutte le forze politiche). E speriamo tutto questo porti nuovo slancio anche a livello locale: noi abbiamo passione, idee e progetti che sosteniamo con forza nel tentativo di fare prese sulla città, noi vogliamo continuare a parlare di buona politica, di SINISTRA, convinti sia la strada giusta per un paese migliore, per una Cesena migliore! 

 Possibile Cesena

Torna su
CesenaToday è in caricamento