Taglio delle Province, Pri enfatico: "Svolta epocale"

"“Oggi è un giorno importante. Il Consiglio delle Autonomie Locali dell’ Emilia Romagna ha approvato la riorganizzazione delle province così come previsto dalla legge dell’ Agosto di quest’anno"

“Oggi è un giorno importante. Il Consiglio delle Autonomie Locali dell’ Emilia Romagna ha approvato la riorganizzazione delle province così come previsto dalla legge dell’ Agosto di quest’anno, rispettando anche i termini temporali che la stessa legge fissa. Nasce le provincia unica della Romagna, cancellando nello stesso tempo tre province”: ad esultare è Renato Lelli, segretario Regionale del P.R.I.

Per i repubblicani si tratta di una svolta: “E’ una svolta epocale, poiché in contemporanea spariscono le giunte provinciali, ed i nuovi enti verranno governati esclusivamente dal presidente e da un consiglio provinciali estremamente snello (10 membri). Questo è però solo il primo passo o meglio il primo gradino di una lunga scalata. Non ho dubbi che entro il mese seguirà la Delibera regionale sulla proposta di riordino, mentre c’è il rischio che il governo non rispetti i tempi che si è imposto relativamente al riordino complessivo delle province in Italia, che non è male ricordare riguardano 64 su 107 enti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E ancora: “Il conservatorismo e la difesa di privilegi di casta, le resistenze  si stanno impegnando con il massimo delle forze perché nulla cambi. Ricorsi al Tar di Province che vengono cancellate, regioni in cui le decisioni vengono rinviate, tentano di insabbiare un nuovo sistema di fare leggi di riordino importanti, in cui assieme al merito della proposta si introduce il crono programma dei tempi (giustamente ristretti!) di conclusione del procedimento. Ora è su questo che occorre vigilare, così come sulla necessità che alla Province – in una visione nuova del sistema delle autonomie locali – rimangano esclusivamente funzione di programmazione, delegando ai soli comuni tutta la parte che riguarda i poteri amministrativi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Cresce la curva dei contagi, "focolaio" in un caseificio. Il Covid torna ad uccidere nel Cesenate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento