menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni, "Più di 3mila immobili da adeguare". Cesena Siamo Noi lancia 'Ristrutturiamoci'

Il candidato sindaco Valletta: "Priorità è favorire gli acquisti finalizzati alla ristrutturazione di edifici non utilizzati"

In un momento in cui il settore dell'edilizia naviga in acque non troppo limpide e dove il potere d'acquisto dei cittadini va indebolendosi", secondo Cesena Siamo Noi la priorità diventa "favorire gli acquisti finalizzati alla ristrutturazione, ci sembra un modo per proteggere il territorio e consentire ad una platea molto più ampia di cittadini di diventare proprietaria di un immobile".

Si può riassumere così il cuore del progetto "Ristrutturiamoci" su cui la lista Cesena Siamo Noi, guidata dal candidato sindaco Vittorio Valletta, intende battersi prima durante e dopo le elezioni amministrative del prossimo maggio.

"A Cesena - spiega Valletta - sono presenti oltre 3.000 immobili attualmente non utilizzati che richiedono un adeguamento. Molti di questi sono in vendita, ma non vengono nemmeno presi in considerazione dagli acquirenti poiché poco convenienti, al netto degli interventi di ristrutturazione che necessitano. In questo contesto, l'idea di introdurre una leva in favore dell'acquisto di un immobile finalizzato alla ristrutturazione potrebbe venire in contro, da un lato all'esigenza delle famiglie di avere una casa di proprietà, dall'altro all'esigenza di ridurre il consumo di suolo destinato all'edilizia: la nostra provincia nel 2018 è scesa al 41° posto nella classifica redatta da IlSole24Ore dei capoluoghi più verdi d'Italia, perdendo ben 10 posizioni rispetto all'anno precedente. Una misura necessaria per Cesena Siamo Noi, senza contare poi i benefici che il progetto "Ristrutturiamoci" potrebbe portare in termini di indotto: maggiori lavori per artigiani, tecnici, professionisti e aziende produttrici di materiale per la casa".

"Concretamente - dettaglia Vittorio Valletta - la nostra idea è quella di predisporre 3 differenti strumenti che rendano più semplice il processo di acquisto e di ristrutturazione di un'abitazione. Prima di tutto, vogliamo pianificare un incentivo con il quale finanziare a fondo perduto parte delle spese legate ad acquisti di immobili in cui siano necessari interventi di ristrutturazione. Accanto a questi incentivi, vogliamo introdurre un sistema di "microcredito civico", sfruttando quello che nel nostro ordinamento è già noto come "Prestito d'Onore". Infine, vogliamo costruire, in sinergia con le Associazioni, strumenti per facilitare la cessione del credito derivante dai lavori di riqualificazione a favore di aziende appaltatrici, pari al 50% delle spese di riqualificazione energetica".

"Un progetto ambizioso - conclude - per donare nuova vita e un nuovo valore alle aree e agli edifici dimenticati della nostra città".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento