rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Politica

Piano urbanistico, il Pd: "Dalla cittadinanza 376 osservazioni, circa la metà sono state accolte"

“Come Partito Democratico abbiamo fin da subito seguito e accompagnato questo percorso e abbiamo voluto dare all’Amministrazione un contributo concreto e propositivo"

"Giovedì pomeriggio in Consiglio Comunale, dopo diversi mesi di lavoro e confronto, abbiamo adottato il nuovo Piano Urbanistico Generale, con i voti favorevoli di PD e Cesena 2024, l’astensione di Cambiamo e i voti contrari di M5S, Cesena Siamo Noi e Lega. “Come gruppo consiliare vogliamo innanzitutto ringraziare l’Assessora all’Urbanistica Cristina Mazzoni e tutti i tecnici comunali che hanno lavorato alla stesura del piano in questi mesi con grande serietà e con un’attenzione alla città e ai cittadini, attraverso un processo partecipato di ascolto e di elaborazione condivisa, e con un’attenzione a chi in questa città rappresenta e tutela gli interessi di specifiche categorie produttive o professionali. Un confronto che non è mai venuto meno, a differenza di quanto dichiarato dal gruppo Lega che, con tutta probabilità, non ha trovato alcun vero appiglio per dichiarare il proprio voto contrario. Le contrarietà che si sono verificate in Aule – evidenziano dal PD – sono infatti basate non su un ragionamento di merito, bensì su un ragionamento meramente politico, che non guarda sicuramente al bene e al futuro della città ma a una sterile e vuota polemica”.

“Come Partito Democratico abbiamo fin da subito seguito e accompagnato questo percorso e abbiamo voluto dare all’Amministrazione un contributo concreto e propositivo, attraverso un documento corposo, di circa 30 pagine, che abbiamo di recente presentato alla città e all’Assessora. Un documento che contiene quelle che sono per noi le strategie per il futuro della nostra città e che abbiamo ritrovato nel piano. Per questo siamo convinti che chi non ha voluto collaborare in questo percorso in futuro si auto recriminerà i propri errori, mentre noi non correremo questo rischio, perché lo ha seguito con idee politiche forti e chiare, con un’idea di città ben precisa e diversa dal passato. Cambiano infatti i tempi, i modi di vivere le città, i modelli di sviluppo e di conseguenza cambiano le logiche di pensare le città. La nostra regione, con Legge del 2017, ha compreso come occorresse dotarsi di una pianificazione urbanistica volta ad aumentare l’attrattività e la vivibilità delle città con politiche di rigenerazione urbana, con il contenimento del consumo del suolo e con processi di semplificazione per il settore produttivo. Noi abbiamo colto e seguito questa direzione, abbandonando quelle logiche passate che rispondevano a un modello di sviluppo fondato sul consumo del suolo e che ha comportato negli anni una significativa dispersione insediativa".

L’obiettivo del nuovo PUG è stato quello di realizzare un vero e proprio “laboratorio territoriale di partecipazione e innovazione” in grado di intrecciare tutti i processi in un disegno complessivo, per arrivare alla costruzione di una visione unica e strategica della Cesena del futuro, per fare sintesi tra le diverse esigenze ambientali, economiche e sociali attraverso l’incontro tra esperti, organizzazioni e cittadinanza.

“Ieri abbiamo votato le 376 osservazioni che sono pervenute dalla cittadinanza e che ci hanno permesso di migliorare e arricchire ulteriormente i contenuti del piano. Infatti circa la metà di queste sono state accolte e anche questo rappresenta un ulteriore segnale di apertura e di volontà di costruire un piano basato su una visione comune di città. Questo piano – concludono i consiglieri PD – renderà la nostra città più adeguata, al passo con i tempi, e più efficace per le future generazioni. Un futuro con meno quantità ma con molta più sostenibilità e qualità urbana”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano urbanistico, il Pd: "Dalla cittadinanza 376 osservazioni, circa la metà sono state accolte"

CesenaToday è in caricamento