Martedì, 28 Settembre 2021
Politica

Il sindaco presenta il 'Pnrr comunale' per 53 milioni: "Cesena non è in ginocchio, i fondi ci porteranno molto più avanti"

Cesena è una città, come nel resto d'Italia, che ha sofferto duramente la pandemia, ma con le risorse del Pnrr, il piano nazionale di ripresa e resilienza, può uscirne più forte e avanzata di prima: è la convinzione del sindaco Enzo Lattuca

Cesena è una città, come nel resto d'Italia, che ha sofferto duramente la pandemia, ma con le risorse del Pnrr, il piano nazionale di ripresa e resilienza, può uscirne più forte e avanzata di prima: è la convinzione del sindaco Enzo Lattuca. E' stato il tema portante della tradizionale intervista pubblica dei media locali al sindaco e alla giunta alla festa dell'Unità al parco Frutipapalina di Sant’Egidio, giovedì sera. Sintetizza Lattuca: “Cesena è una città che sta pagando un prezzo alto alla pandemia. Chi è in difficoltà va aiutato, e noi dobbiamo attrezzarci per sostenere chi non ce la fa. Ma Cesena non è in ginocchio e il Pnrr non ci deve portare solo a recuperare quanto perso, ma ci deve portare molto più avanti”. 

Il sindaco spiega quindi che le oltre duecento pagine del Piano sono state lette e studiate dalla giunta, per cercare in ogni riga risorse utili per Cesena. “Ce lo siamo studiato e ristudiato. Ma il Pnrr non va considerato come un grande salvadanaio per ogni progetto interessante, pone degli obiettivi e noi stiamo maturando dei progetti su quegli obiettivi, finanziabili con quelle risorse gestibili dai Comuni”. C'è in sostanza un “incrocio tra i nostri progetti” e le “linee del Pnrr”. Lattuca ha quindi annunciato che Cesena ha formando un suo piano locale per attingere ai fondi straordinari dell'Europa: “Partiamo con 5 progetti a buon punto di maturazione candidabili secondo le linee di finanziamento previste”.

Ad elencarli sono stati i membri della giunta. Partendo da Carmelina Labruzzo che ha annunciato che il Comune di Cesena ha partecipato ad un bando del Programma nazionale della qualità dell'abitare (Pinqua) che ha permesso di ottenere in questi giorni già i primi finanziamenti certi: 12 milioni per il recupero della storica ex casa di riposo Roverella. “Saranno aumentati gli alloggi sociali da 18 a 29 appartamenti e la struttura sarà resa un hub del welfare rigenerativo e del co-housing, poroso in entrata e in uscita”, spiega Labruzzo. Il progetto vede un valore di 15 milioni di euro, di cui 12 appunto finanziati dal programma ministeriale. 

VIDEO
Lattuca: "Il Pnrr non è un grande salvadanaio"
10 milioni per cambiare volto in zona stazione
Piano milionario per risanare il Cesuola

E quello che si prevede è che nei prossimi mesi usciranno numerosi bandi nazionali sulle varie linee di finanziamento. E' quindi necessario farsi trovare pronti con progetti e magari co-finanziamenti certi. Il secondo progetto che Cesena mette sul piatto riguarda la rigenerazione urbana. “Un progetto da 10 milioni di euro per l'area della stazione”, spiega l'assessore Cristina Mazzoni. Lo scopo non è solo un risanamento di un'area percepita come insicura, ma “per ricostruire relazioni sociali in quello spazio, che lo facciano vivere anche di sera per affrontare il tema della sicurezza”. Nel progetto che sarà candidato alla risorse del Pnrr si affrontano vari nodi: dallo smantellamento della stazione degli autobus dirimpetto alla stazione quando sarà pronta quella nuova, fino al riuso dell'immobile dell'ex Arrigoni che ora ospita i corsi di laurea di Psicologia che tra alcuni anni si trasferiranno all'interno del campus universitario. “Cambieremo la faccia della zona della stazione”, chiosa Lattuca.

Sul capitolo ambiente è l'assessore Francesca Lucchi a illustrare il progetto da circa 16 milioni di euro totali per la manutenzione straordinaria del torrente Cesuola che dopo aver attraversato Ponte Abbadesse viaggia tombinato per circa 1,5 chilometri sotto il centro di Cesena prima di sfociare nel Savio. Il tombinamento è avvenuto a più riprese nel 1933, 1966 e 1984, “ed ora serve una manutenzione strutturale straordinaria”, spiega Lucchi. Con l'aumento delle precipitazioni estreme, infatti, rappresenta un punto di criticità per il rischio di allagamenti della parte centrale della città in caso di piene eccezionali. “Attrezziamo il Cesuola per misure di protezione in caso di piene duecentenali”, spiega Lucchi. Il progetto prevede bacini di laminazione (ci sono già 5,6 milioni finanziati dalla Regione per il tratto scoperto a monte della Portaccia), la divisione fognaria per acque nere e acque bianche in tutto il tratto tombinato e interventi di ripristino strutturale. 

Lattuca: "Nessuna proposta dall'opposizione"

Il Comune intende poi candidare, sulla linea di finanziamento dei beni culturali, un ulteriore intervento alla Biblioteca Malatestiana per ammodernare il Museo Archeologico con forte uso di tecnologia, anche a favore dei disabili, e interventi strutturali, tra cui “l'accesso da piazza Bufalini, un ascensore per salire alla Sala del Nuti e la valorizzazione delle corti interne della Malatestiana”, spiega l'assessore ala Cultura Carlo Verona. Conclude la carrellata di presentazione il vicesindaco, con delega allo Sport, Christian Castorri, forte di un finanziamento ministeriale già ottenuto per un milione di euro per un concorso di progettazione e di idee per gli impianti sportivi della città. “A settembre potremo avere un progetto esecutivo per un valore di 10 milioni di euro pronto al finanziamento”.

Facendo le somme, tra finanziati e non ancora finanziati, i progetti della giunta di Enzo Lattuca da gestire con i fondi europei del Pnrr ammontano già ad oltre 53 milioni di euro di valore. Non tutti, probabilmente, saranno finanziati. “Usciranno sempre più bandi perché le risorse sono da impiegare entro il 2026. Il primo è uscito 4 mesi fa con stanziamenti per 2 miliardi di euro e Cesena è riuscita a sostenere un progetto da 12 milioni”, conclude fiducioso Lattuca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco presenta il 'Pnrr comunale' per 53 milioni: "Cesena non è in ginocchio, i fondi ci porteranno molto più avanti"

CesenaToday è in caricamento