menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pd Cesena, il neo segretario Plumari detta la linea: "I giovani si appassionino alla politica, ma non solo sui social"

Svelata la nuova segreteria del Pd comunale. Il giovane segretario fresco di elezione: "Dobbiamo aprirci a quei giovani che non si riconoscono in nessun partito"

"E' stato un percorso congressuale tutto online, del resto siamo i nativi digitali". Lorenzo Plumari, 26 anni, neoeletto segretario del Pd di Cesena traccia la linea del partito che dovrà accompagnare la città fuori dall'emergenza Covid. Raccoglie il testimone dalla dimissionaria Maria Laura Moretti.

"La partecipazione è stata molto positiva - spiega Plumari nel corso di una conferenza stampa online - oltre 200 iscritti hanno partecipato con idee, stimoli e proposte. Ma spero di recuperare al più presto il contatto diretto nei circoli, che è uno dei punti di forza del Pd".

La nuova segreteria del Pd comunale è composta dall'assessore all'ambiente Francesca Lucchi, Stefania Rovereti, Giovanmatteo Raggi, Andrea Pullini, Filippo Rossini, Matilde Monteleone, Mirko Grammatico, e Andrea Vergaglia.

Il neo segretario ha sottolineato che "è importante avere una squadra coesa e motivata, sono certo che in questo percorso sarà fondamentale il supporto di tutti per costruire la Cesena del futuro". 

Plumari si sofferma sulla parola comunità: "Il Pd è una grande comunità ma deve tornare ad essere centrale nella vità dei cittadini, deve essere presente nelle piazze, nei quartieri, nei luoghi di lavoro, questo è fondamentale per essere un punto di riferimento".

Particolare attenzione anche alla parola progetto: "L'amministrazione comunale da un anno è costretta a governare in piena emergenza a causa della pandemia, il sindaco sta facendo un grande lavoro, dobbiamo riuscire ad allargare gli orizzonti sulla Cesena post-Covid. La pandemia porterà una rivoluzione nel modo di lavorare, dobbiamo saper accompagnare questi cambiamenti, Cesena è fortemente legata al tema del lavoro, ed è molto importante il ruolo dell'università e del nostro campus". 

Sul nuovo ospedale: "Investire in sanità pubblica non è mai un errore, il Covid insegna molto su questo, ma bisogna valorizzare il 'vecchio' Bufalini". Sul tema ambiente: "La bicipolitana è tra i progetti lungimiranti". 

Poi la ricetta per attrarre i giovani, sempre più lontani dalla politica: "Dobbiamo tornare tra la gente, dobbiamo farlo a livello locale, ma deve farlo anche il Pd nazionale, serve una sinergia con il mondo del sociale, dell'associazionismo, della cultura. Dobbiamo aprirci a quei giovani che non si riconoscono in nessun partito".

"Sui giovani e la politica è una bella sfida - sottolinea il neo segretario - perchè anche quelli interessati a questo mondo sono ormai abituati ad esprimersi solo sui social, devono saperlo fare anche 'faccia a faccia'. A Cesena abbiamo i Giovani Democratici che sono la nostra fortuna, bisogna portare i ragazzi a fare politica facendo gruppo e divertendosi. A un giovane per 'sporcarsi le mani' consiglio di iniziare dai consigli di quartiere".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Mare e terra in un piatto gustoso: la seppia coi piselli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento