Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

"Sblocca Italia", Lattuca chiarisce: "Nessun emendamento ad hoc “salva Bagno”"

Per la questione Bagno di Romagna e sforamento del patto di stabilità, infatti, all’interno del decreto Sblocca Italia è stato approvato un emendamento (firmato dai deputati PD Lattuca, Marchi, Manfredi e Zampa) che riduce al 3% massimo la sanzione in caso di sforamento del patto

A poco più di un mese dall’incontro organizzato a Roma dal deputato Enzo Lattuca tra i sindaci di Bagno di Romagna e Mercato Saraceno e il sottosegretario Bocci, sono arrivate le soluzioni per le due importanti questioni che riguardavano le finanze dei due Comuni della Valle del Savio. Per la questione Bagno di Romagna e sforamento del patto di stabilità, infatti, all’interno del decreto Sblocca Italia è stato approvato un emendamento (firmato dai deputati PD Lattuca, Marchi, Manfredi e Zampa) che riduce al 3% massimo la sanzione in caso di sforamento del patto.

“Si tratta di una riduzione drastica – afferma Lattuca - che insieme allo sblocco del patto orizzontale operato dalla Regione, consentirà al Comune di Bagno di Romagna di uscire dalle difficoltà nell’anno 2015. É bene precisare che non si è trattato di un emendamento ad hoc “salva Bagno” ma che tale soluzione è stata sollecitata da circa 600 comuni italiani nelle medesime condizioni.”

Per quanto riguarda la situazione del Comune di Mercato Saraceno, vi era una grossa problematica derivante dalla restituzione di maggiori trasferimenti dal Fondo di Solidarietà a causa di un errore di calcolo del Ministero. “Ebbene anche in questo caso prosegue Lattuca - il Governo ha accolto la proposta di modifica del comma 729-quater della legge numero 147 del 2013 (Stabilità 2014) introducendo la possibilità per i comuni come Mercato Saraceno (circa duecento in Italia) di chiedere la rateizzazione triennale, a decorrere dal 2015.”

Da sottolineare che nello stesso decreto è inserita la defiscalizzazione per l’autostrada E55 Orte-Mestre, un’opera fondamentale per riqualificare l’E45, asse di primaria importanza per tutta la Romagna. “Nei prossimi venti giorni – afferma Lattuca – arriverà al Senato l’approvazione definitiva dello Sblocca Italia e, visto che l’emendamento è stato recepito dal Governo, non dovrebbero esserci sorprese.”

“Si tratta - conclude - di due interventi fortemente sostenuti dal sottoscritto e dai colleghi del Partito Democratico. Ringrazio infine il Sottosegretario Bocci che ha dimostrato grande attenzione e preparazione in tema di amministrazioni locali. Grazie al bel lavoro di squadra tra i Sindaci, gli esponenti locali del Partito Democratico di Bagno di Romagna e Mercato Saraceno, i parlamentari del PD e il Governo, siamo riusciti a trovare soluzioni a due problemi importantissimi per le amministrazioni comunali e per tutti i cittadini.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sblocca Italia", Lattuca chiarisce: "Nessun emendamento ad hoc “salva Bagno”"

CesenaToday è in caricamento