Politica

Sottoscritti i "Patti di Quartiere", 6 milioni di euro per ridisegnare i quartieri: la mappa degli interventi

"Con la sottoscrizione dei 12 patti esplicitiamo cosa vogliamo realizzare e quali obiettivi vogliamo raggiungere nei prossimi 3 anni"

Dodici patti di Quartiere per disegnare la Cesena del futuro. Nella serata di lunedì 3 maggio, nella Sala del Consiglio di Palazzo Albornoz la Giunta e i Presidenti dei 12 quartieri cittadini hanno sottoscritto i patti di quartiere, la cui elaborazione è stata avviata lo scorso gennaio con gli incontri settimanali tra Sindaco, Assessori e i Consigli degli organismi territoriali. Dopo l’elezione dei Consigli di Quartiere e la conseguente nomina dei Presidenti, l’attività di questi mesi è stata caratterizzata da un dialogo costante e diretto tra l’Amministrazione comunale e i 12 Quartieri, organismi fondamentali per lo sviluppo democratico della città e per la crescita del tessuto locale. Da gennaio a marzo, ciascuna assemblea – alcune tenute in presenza e altre online, nel pieno rispetto delle norme in vigore – è stata incentrata sulla vita del quartiere, sulle necessità manifestate dai cittadini residenti e sui percorsi partecipativi avviati nell’autunno 2020, anche in relazione all’individuazione di progetti strategici, relativi ai diversi assessorati, che con azioni concrete ricadono su ciascun territorio.
 
Procedendo su questa linea, Amministrazione comunale e Quartieri hanno attivato il progetto ‘Un cantiere per Quartiere’, basato sul confronto continuo relativo ad alcuni grandi interventi strutturali di quartiere ritenuti prioritari. I Consigli infatti hanno esaminato le proposte approvando lo schema di patto di quartiere volto sia a definire il generale perimetro di operatività delle progettualità in programma presso ciascun territorio e destinate a incidere in maniera specifica sullo stesso, sia a chiarire ulteriormente obiettivi condivisi dell’azione amministrativa, nonché funzioni e ruoli dei vari interlocutori.

“Abbiamo fatto un lavoro serio di proposte reciproche – spiega il sindaco Enzo Lattuca – non è stato messo dentro tutto perché abbiamo insieme fatto delle scelte su quello che potesse apparire alla nostra considerazione un obiettivo raggiungibile o meno in questo periodo, non sono patti annuali ma triennali. Non sono documenti blindati, periodicamente avremo occasione di soffermarci coi presidenti, analizzarli e aggiornare o correggere il patto, integrando quei progetti che oggi non sono contenuti”.
 
Rifiuti, valorizzazione del centro storico, viabilità e collegamenti ciclopedonali, messa in sicurezza delle arterie stradali principali, politiche sociali, controllo di vicinato, sicurezza, riorganizzazione degli attuali assetti scolastici e creazione di una rete cittadina della Biblioteche. Sono questi alcuni dei principali temi inseriti nei Patti e al centro del confronto tra la Giunta e i rispettivi Consigli di quartiere.

L’assessore alla Partecipazione Christian Castorri svela i costi degli interventi in programma: “Adesso viene il bello, perché con la sottoscrizione dei 12 patti esplicitiamo cosa vogliamo realizzare e quali obiettivi vogliamo raggiungere nei prossimi 3 anni. Sono 12 opere, con un impatto da circa mezzo milione ciascuna, quindi 6 milioni suddivisi su 3 anni di bilancio che rimarranno per questa Amministrazione da destinare a questi interventi”.

Castorri, oltre alle più importanti opere, garantisce un costante impegno anche per i lavori di piccola manutenzione: “A partire già dalla prossima settimana affronteremo tutte quelle richieste di piccoli interventi che ciascun presidente mensilmente presenta all’Amministrazione. Oltre alle grandi iniziative c’è anche un'altra attività quotidiana che non viene lasciata indietro”.

Per il centro urbano, il principale progetto è la realizzazione di una rotatoria Zuccherificio in prossimità del ponte Europa. Il quartiere Fiorenzuola vedrà la riqualificazione e valorizzazione del parco Nkosi Johnson, come il “Vallesario”, che vedrà una riqualifica dei propri parchi. Tutti gli altri dieci quartieri cittadini saranno soggetti di interventi di realizzazione o riqualificazione delle piste ciclabili e ciclopedonali, per garantire maggior sicurezza ai cittadini.

Tutti gli interventi nel dettaglio

CENTRO URBANO

Rotatoria Zuccherificio in prossimità del Ponte Europa

CESUOLA

Completamento della pista ciclopedonale lungo il Cesuola

FIORENZUOLA

Riqualificazione e valorizzazione del parco Nkosi Johnson

CERVESE SUD

Realizzazione della pista ciclabile su Via Cerchia di Sant’Egidio e messa in sicurezza dell’intero tratto stradale

OLTRESAVIO

Realizzazione della pista ciclabile lungo Via Dismano, dalla Rotonda Torre del Moro al Viadotto della secante

VALLESAVIO

Valorizzazione dei tre parchi di quartiere

BORELLO

Realizzazione pista ciclabile di collegamento con Borgo delle Rose

RUBICONE

Realizzazione della pista ciclopedonale Pisciatello/Urgon

AL MARE

Realizzazione pista ciclabile lungo Via Capannaguzzo – nel tratto che si estende da Capannaguzzo a Macerone

CERVESE NORD

Messa in sicurezza di Via San Giorgio, da Via Cerchia a Via Cervese, anche attraverso la realizzazione di una pista ciclabile

RAVENNATE

Completamento della pista ciclabile di Via Ravennate, da Ronta a San Martino in Fiume e da Via Calcinaro al sottopasso ferroviario

DISMANO

Realizzazione della pista ciclabile su Via Torino, da Via Dismano a Via Ravennate

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sottoscritti i "Patti di Quartiere", 6 milioni di euro per ridisegnare i quartieri: la mappa degli interventi

CesenaToday è in caricamento