Patrignani ai nuovi sindaci: "Nei primi 100 giorni segnali positivi alle imprese"

Il presidente di Condcommercio cesenate rinnova le proposte fatte durante la campagna elettorale, ritenute priorità per le imprese del territorio

"Ora che tutte le caselle sono state riempite e sono stati eletti i nove sindaci dei Comuni del cesenate (col ballottaggio di domenica Lattuca a Cesena e Giovannini a Savignano, a cui auguriamo buon lavoro così come agli antagonisti  Rossi e Foschi che saranno all'opposizione), Confcommercio rilancia le sue proposte che ha presentato ai candidati sindaco e che ora passano a chi amministrerà, maggioranza principalmente, e opposizione". E' il presidente di Confcommercio Corrado Augusto Patrignani ad esporre quelle che l'associazione ritiene le priorità per le imprese del territorio.

"Per Cesena abbiamo elencato trenta proposte. Chiediamo un Comune che non intralci chi crea sviluppo, ricchezza e lavoro e che anzi trovi politiche per incentivarlo e aiutarlo a sprigionare tutte le potenzialità. Il commercio al dettaglio va considerato un valore urbano non negoziabile, alla stregua di un servizio sociale, perché il presidio offerto dai negozi è anche un deterrente contro il degrado e la criminalità".

"Per ogni quartiere Confcommercio si impegnerà con i suo consigli e i suoi presidenti a formulare proposte migliorative della qualità della vita. Il centro, biglietto da visita della città, va ripopolato commercialmente rendendolo più accessibile anche con adeguate aree di sosta.
Serve però anche una visione - prosegue Patrignani -  che proietti Cesena in uno sviluppo a medio-lungo termine recuperando quelle eccellenze che in passato l'anno resa capitale in vari settori economici, a cominciare dall'ortofrutta. Ad esse deve aggiungersi quella del distretto, in ambito romagnolo, del buon vivere, grazie alla sua offerta di turismi integrati, di enogastronomia, cultura, arte, attrattive sportive e ambientali.

"Bisogna volare alto, ci vuole progettualità. E servono anche segnali concreti di inversione di tendenza per quel che attiene fisco e burocrazia, con la diminuzione delle aliquote Imu per i beni strumentali e della esosa tariffa sui rifiuti, che ha iniziato a scendere, ma è ancora troppo poco".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nei primi cento giorni - conclude il presidente di Confcommercio -  si intravvede di solito di che tempra è fatta una giunta, e l'auspicio è che arrivino segnali positivi per chi fa impresa".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento