menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palestra di San Giorgio, la replica di Vittorio Valletta (Cesena Siamo Noi)

La polemica innescata ad arte da alcuni Consiglieri di maggioranza mi ha fatto capire quanta distanza ci sia dal modo in cui intendiamo noi la politica e il modo con cui fa, invece, politica questo PD.

La polemica innescata ad arte da alcuni Consiglieri di maggioranza mi ha fatto capire quanta distanza ci sia dal modo in cui intendiamo noi la politica e il modo con cui fa, invece, politica questo PD. Cesena Siamo Noi non ha mai detto che la palestra non la vuole: anzi, è vero il contrario.

L’Amministrazione comunale aveva deciso che il 20% del bilancio, dei soldi, dovesse essere speso su progetti o iniziative suggerite liberamente dai cittadini. Il cosiddetto “bilancio partecipato”. L’altro 80% invece sarebbe stato speso su progetti che erano già nel programma politico di questa amministrazione. Sono arrivate da parte dei cittadini diverse segnalazioni. La palestra di S. Giorgio ha avuto una sola segnalazione, mentre altri progetti molti di più. Cosa ha fatto dunque l’Amministrazione? Se ne è fregata delle idee suggerite dai cittadini e fatte pervenire nei tempi e nei modi richiesti, e ha scelto tra le segnalazioni, solo quelle che già rientravano nei suoi programmi. Praticamente come fare il regalo di Natale ai propri figli prendendo i soldi dai loro salvadanai.

Bisogna evidenziare che questo investimento, al pari di quello di recupero dell’edificio ex Conad a Ponte Abbadesse, fosse già presente nel piano degli investimenti 2014-2016, da effettuarsi nel 2015.

IL PD costruisce dunque una battaglia inutile per screditarci senza dire che in luglio 2014 abbiamo chiesto di togliere l'investimento su Piazza della Libertà per anticipare la realizzazione di una palestra ed interventi per la riduzione del rischio sismico nelle scuole elementari. In quella occasione i consiglieri di maggioranza hanno unanimemente votato contro. Quali palestre vanno avanti e quali no, ce lo dovranno spiegare.
La Palestra di S. Giorgio si deve fare, perché è stata promessa da più di dieci anni da questo e dai precedenti sindaci, in quest’ultima e nelle precedenti campagne elettorali. Ma non solo.

Personalmente credo fermamente nello sport, ho un passato di sportivo ed un presente di allenatore: conosco tutte le palestre e quasi tutte le scuole di Cesena e capisco bene le preoccupazioni dei genitori che vedono allenarsi i propri figli negli scantinati. Nella scuola elementare Salvo D'Acquisto del Quartiere Fiorenzuola la palestra è uno stanzone stretto alto 3 metri con le colonne nel mezzo e vecchie finestre a vetri pericolosissime. Nella scuola San Domenico la palestra è ancora più angusta. Molte altre strutture sono vecchie e presentano enormi problemi di eco e riverbero acustico: i nostri ragazzi dopo aver fatto ginnastica rientrano in classe con il mal di testa!

Ecco quali sono gli investimenti che una Amministrazione comunale attenta deve prevedere, invece di continui sprechi di denaro immotivati. E qui mi riferisco al pavimento d’oro da 3 milioni di euro per Piazza della Libertà, ai 10 milioni per telecamere che non risolvono il problema della sicurezza, agli altri 2 milioni per Piazza Almerici davanti alla Biblioteca Malatestiana o al Campus Universitario ed annesso studentato, anch’esso lacunoso per la mancanza di un progetto e per le criticità legate all'abbandono del centro storico da parte di studenti.
Crediamo nell’importanza dello sport e nella necessità di dare all'abitato di San Giorgio una struttura adeguata, quindi lo reputiamo un buon investimento; l’Amministrazione non può però farlo passare come decisione partecipata.

A Cesena Siamo Noi preme che queste scelte vengano fatte con trasparenza e senza beffare con false speranze e falsa partecipazione, non solo il quartiere San Giorgio ma tutti i quartieri, tutti comitati ed i cittadini di Cesena che vogliono partecipare alla vita democratica della città. A questo ci siamo opposti. Non solo nel gioco e nello sporto vogliamo fair play e correttezza di regole, ma anche nella gestione della città e nella politica. E soprattutto non ci stiamo alla guerra tra cittadini, dovuta alla mancanza di una programmazione coerente.

Sono contento che la questione abbia sollevato l'attenzione dei cesenati sulla palestra di San Giorgio, sui veri progetti che stanno a cuore ai cittadini. Il PD ammetta che tutto il percorso di condivisione con i cittadini degli investimenti per il bilancio 2015 è una autentica farsa.

Affronteremo il nodo di questa pasticciata partecipazione in sede di consiglio comunale e invitiamo il quartiere San Giorgio e il comitato dei genitori a partecipare in massa alla seduta di lunedì 22 dicembre dalle 15 alle 18.

Vittorio Valletta
Consigliere Comunale della lista civica Cesena Siamo Noi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento