Martedì, 18 Maggio 2021
Politica

Paesc, i Giovani democratici la prima organizzazione politica a sostenere il Patto per il clima

"Dopo quasi un anno di lavoro abbiamo ottenuto l'appoggio e il riconoscimento da parte della Commissione Europea per poter portare avanti questa importante battaglia per la lotta alla crisi climatica"

"Annunciamo ufficialmente di essere diventati sostenitori del Patto dei Sindaci per il Clima e l'Energia (PAESC) come prima organizzazione politica in Italia ed in Europa". L'annuncio arriva dai Giovani Democratici di Cesena e dell'Emilia Romagna.

"Dopo quasi un anno di lavoro abbiamo ottenuto l'appoggio e il riconoscimento da parte della Commissione Europea per poter portare avanti questa importante battaglia per la lotta alla crisi climatica. Essere sostenitori significa avere la capacità di promuovere il Patto dei Sindaci, di mobilitare e sostenere i nostri militanti e le amministrazioni locali per raggiungere gli obiettivi del PAESC. In questo anno, come federazione GD regionale, ci siamo posti l'obiettivo di studiare come portare il PAESC al 100% in Emilia-Romagna agendo politicamente con tutti i contatti a nostra disposizione".

"Abbiamo e stiamo collaborando - proseguono i Giovani Democratici- con ENEA che in qualità di ente coordinatore è il punto di riferimento a livello nazionale, con ANCI per comprendere appieno le dinamiche e le criticità rispettive all'attuazione del PAESC, con l'Agenzia per l'Energia e lo Sviluppo Sostenibile (AESS) la quale ha già fornito supporto tecnico a molti comuni che stanno attualmente portando avanti il lavoro sul patto. Infine, stiamo collaborando con assessori e consiglieri che hanno già svolto questo lavoro e si sono resi disponibili a fornirci la loro esperienza ai fini dell'obiettivo che ci siamo posti. Agiremo dunque sul nostro territorio politicamente a diversi livelli amministrativi (regionale e locale) per promuovere l'iniziativa del Patto dei Sindaci e sostenere i loro firmatari. Il fine ultimo di tutto questo lavoro sarà quello di portare una serie di proposte in regione che possano facilitare la risoluzione di alcune criticità che rendono difficile l'attuazione del PAESC da parte dei comuni. Il riconoscimento da parte della Comunità Europea è sicuramente un piccolo passo in avanti che però ci carica di importanti responsabilità che porteremo avanti con sempre più determinazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paesc, i Giovani democratici la prima organizzazione politica a sostenere il Patto per il clima

CesenaToday è in caricamento