menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo ospedale a Cesena, Di Maio: "Se serve, si rispettino 5 condizioni"

A prendere posizione è il deputato romagnolo Marco Di Maio, attraverso un post pubblicato sulla sua pagina Facebook, in cui individua cinque condizioni affinchè si possa esaminare l'eventualità di un nuovo ospedale a Cesena

L'ipotesi di realizzare un nuovo ospedale a Cesena genera dibattito. A prendere posizione è il deputato romagnolo Marco Di Maio, attraverso un post pubblicato sulla sua pagina Facebook, in cui individua cinque condizioni affinchè si possa esaminare l'eventualità di un nuovo ospedale a Cesena. "Non ho forse tutti i dati e gli elementi necessari per un giudizio completo - afferma il parlamentare -, ma trovo stucchevole che costantemente su ogni tema si ripropongano conflitti di campanile tra le diverse città della Romagna e che le questioni sanitarie siano sempre confinanti con l'urbanistica e l'edilizia". 

Il deputato non esclude che Cesena abbia bisogno di nuovo ospedale, ma, sostiene che "nella conferenza sanitaria della Romagna - in cui siedono tutti i sindaci dei Comuni romagnoli - che è l'unico organo a poter decidere un intervento di questa enorme portata". 

Poi elenca cinque condizioni che andrebbero rispettate per poter esaminare l'ipotesi. La prima è "che sia un progetto a volumi zero: al nuovo edificio deve corrispondere le demolizione di quello attuale e adibire l'area a verde pubblico". La seconda che indica Marco Di Maio è "che venga realizzato in area di proprietà pubblica, fugando ogni dubbio da eventuali speculazioni di carattere immobiliare. Se ci sono aree pubbliche disponibili, perché realizzarlo su un terreno privato?". 

Il giovane parlamentare chiede poi "che sia deciso nero su bianco che non sarà genericamente "L'ospedale della Romagna", ma abbia una sua vocazione specifica in cui essere riferimento per la Romagna". A ciò aggiunge la necessità "che vengano definite, pur assicurando la presenza di una gamma di servizi e prestazioni trasversali e di qualità in ogni ospedale, le specializzazioni di eccellenza di ogni ospedale. Esempio: a Rimini la pediatria, a Cesena traumatologia e maxillo-facciale, a Forlì l'oncologia e la chirurgia oncologica, ecc.". 

Infine "se davvero serve un ospedale nuovo a Cesena, si finanzino solo gli interventi strettamente necessari alla manutenzione ordinaria, lasciando perdere qualsiasi altro intervento strutturale presso quella struttura". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Piccoli ma sorprendenti: i musei più curiosi dell'Emilia Romagna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento