Politica

Nuovo insediamento Arca, Cesena Siamo Noi: "Residenti preoccupati per il forte impatto"

"Si tratta - spiega CSN -  di un’area agricola di circa 60.000 mq in via San Giuseppe che, con un semplice permesso di costruire convenzionato, sarà trasformato in un grande magazzino della logistica del freddo"

Nel consiglio comunale di giovedì, Cesena Siamo Noi porterà una mozione riguardante l'insediamento di un grande centro per la logistica del freddo che l'Amministrazione comunale ha di fatto avallato attraverso l'approvazione della delibera di Giunta 338 di novembre 2019 (e della successiva delibera di consiglio comunale n. 31/2020 che l’ha resa operativa) la quale permette alle aziende di insediarsi su terreni agricoli, al di fuori delle aree individuate dal piano regolatore generale.

"Si tratta - spiega CSN-  di un’area agricola di circa 60.000 mq in via San Giuseppe che, con un semplice permesso di costruire convenzionato, sarà trasformato in un grande magazzino della logistica del freddo, di grande impatto ambientale che, per il tipo di merce movimentata, comporterà un consistente aumento di traffico di mezzi pesanti (TIR) che andranno a caricare e scaricare merce deperibile a tutte le ore del giorno e della notte per 7 giorni alla settimana, mettendo ulteriormente in crisi una zona già carente delle adeguate infrastrutture a sostenere questo ulteriore carico urbanistico. L’insediamento, infatti, si trova a ridosso dell'uscita della secante in prossimità del  borgo di Case Scuola Vecchia, quindi in zona strategica, ma dove i residenti da anni lamentano il problema del traffico pesante generato dal nodo insoluto del Lotto Zero. Pensiamo che la tutela dei residenti, del loro rapporto con il territorio, dei valori che hanno saputo costruire e delle condizioni per garantire la salute, siano prerogative che non possono prescindere dalle scelte particolaristiche di un solo soggetto economico, seppur radicato e operante sul territorio".

"C'è molta preoccupazione -prosegue Cesena Siamo Noi - da parte dei cittadini residenti nella zona perché questo ulteriore insediamento a forte impatto cambierà radicalmente la qualità ambientale del luogo e del vivere di centinaia di famiglie determinando la drastica riduzione del valore degli immobili. La mozione quindi chiederà di responsabilizzare l’amministrazione affinché vengano garantiti 3 punti fondamentali: 1) condizionare la realizzazione di questo insediamento e di altri insediamenti simili, la cui realizzazione si possa presentare in futuro, allo studio approfondito delle condizioni di sostenibilità degli impatti sui sistemi ambientali, insediativo, paesaggistico e della mobilità, nonché alla realizzazione anticipata delle infrastrutture eventualmente necessarie per rendere compatibile l’opera; 2) subordinare la realizzazione dello specifico stabilimento di via San Giuseppe alla realizzazione del lotto zero, di continuazione della secante, quale infrastruttura indispensabile per sostenere eventuali altri carichi urbanistici gravanti su tutte le vie limitrofe; 3) oltre all’adeguamento infrastrutturale, condizionare l'insediamento alla realizzazione di opere di mitigazione e compensazione ambientale, ad esempio desigillando all'interno del comune pari quantità di suolo cementificato".

"Dare un segnale in questa direzione, potrebbe essere un buon inizio per non abbandonare le comunità di Case Scuola Vecchia, San Cristoforo e Diegaro e intraprendere il nuovo percorso del Piano Urbanistico Generale all'insegna del rispetto dei cittadini residenti, della qualità insediativa, della rigenerazione urbana e del consumo di suolo zero".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo insediamento Arca, Cesena Siamo Noi: "Residenti preoccupati per il forte impatto"

CesenaToday è in caricamento