Politica

Nuova Pinacoteca, Popolari per Cesena: "Un'occasione storica"

E' l'opinione del coordinatore politico di "Popolari per Cesena" e del responsabile Area Istituzioni e Partecipazione Gilberto Zoffoli ed Eugenio Fantozzi

La nuova Pinacoteca Pubblica della Città offre a Cesena "un'occasione storica, che può rivalutare culturalmente la città e l’intero territorio". E' l'opinione del coordinatore politico di "Popolari per Cesena" e del responsabile Area Istituzioni e Partecipazione Gilberto Zoffoli ed Eugenio Fantozzi a commento dell'annuncio del ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, dello stanziamento di 3 milioni di euro per la ristrutturazione del palazzo O.I.R.

"La nuova Pinacoteca ingloberà il patrimonio pittorico della Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena, che partendo dal Rinascimento di Palmezzano si sviluppa nei secoli con opere di Sodoma, Guercino, Cagnacci e tanti altri autori, soprattutto locali, filo al secolo XVIII con opere dell’Anconetano - ricordano Zoffoli e Fantozzi -.  I quadri delle Fondazioni saranno ceduti dalla stessa in comodato d’uso gratuito. A questo patrimonio si va ad aggiungere quello dell’odierna Pinacoteca Cittadina per i quadri fino al secolo XVIII. Anche qui, il patrimonio parte da opere del XV sec. e ingloba prestigiosi dipinti di Aleotti, Sacco, Piazzetta, Sassoferrato e tanti altri. Un vero e proprio patrimonio artistico che può dar vita, come dice lo stesso ministro, a un “significativo progetto culturale di portata nazionale”. Ed è proprio a questo che la nostra città deve puntare".

Gli esponenti di "Popolari per Cesena" evidenziano che si tratta di "un’occasione storica che non possiamo mancare e che può rivalutare culturalmente la città e l’intero territorio. Dobbiamo dotare Cesena di un’istituzione che sia all’altezza, che si merita e che sappia richiamare visitatori da ogni parte. Per arrivare a questo, bisogna ristrutturare il palazzo in modo che sappia accogliere le varie collezioni pittoriche con percorsi che sappiano attirare e incuriosire il visitatore. Bisogna recuperare l’intero palazzo riportandolo all’antico splendore neoclassico. Non dobbiamo dimenticare che la facciata del palazzo della nuova Pinacoteca verrà a costituire una delle chiusure della nuova Piazza della Libertà, e che, con la sua diversità, dovrà armonizzarsi a questa. Ma tutto questo non basta".

"Bisogna recuperare l’intera galleria dell’O.I.R., oggi vero esempio di degrado cittadino, con la maggior parte delle attività con le serrande chiuse - viene evidenziato -. Bisogna rivitalizzare l’intera struttura e riportarla all’antica vivacità, includendo anche luoghi di ristoro per i visitatori e riportarla a essere un “salotto” piacevole per la città. Se si avesse un poco di coraggio, bisognerebbe intervenire anche sul tetto dell’attuale galleria, risultato da un dissennato intervento degli anni cinquanta per far posto ad un condominio, demolendo ciò che restava del vecchio ospedale e orfanotrofio. Oggi in più punti è malandato e nell’aspetto sembra più adatto ad un capannone industriale che ad una galleria del centro cittadino. Potrebbe essere l’occasione per adottare soluzioni architettoniche innovative, ma in armonia con l’esistente, rendendo l’intero luogo più gradevole e piacevole. L’ impegno è gravoso ma il fine è per quelle occasioni che difficilmente si ripetono e che possono cambiare la storia della città".

Zoffoli e Fantozzi si augurano inoltre "che la nuova proprietà della Cassa di Risparmio di Cesena, che tramite la Fondazione è stata l’anima del progetto, si adoperi attivamente e si impegni anche finanziariamente alla realizzazione del stesso. Per Crèdit Agricole sarebbe un ottimo segnale di attenzione verso il territorio". "All’attuale amministrazione comunale invece, chiediamo come ha pensato di destinare e ricollocare il restante patrimonio di arte contemporanea, che include pregevoli opere di Sughi, Gottuso, Schifano e Cagli, e come intende riutilizzare gli spazi che diventeranno disponibili. È un’operazione che se gestita all’interno di un piano culturale ben definito e con le giuste promozioni può veramente portare valore aggiunto alla città e all’intero comprensorio - concludono -. Per questi motivi noi Popolari per Cesena ci impegniamo a seguire con attenzione e a sollecitare ogni ulteriore fase della realizzazione".  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova Pinacoteca, Popolari per Cesena: "Un'occasione storica"

CesenaToday è in caricamento