menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Approvata la nuova legge regionale sui rifiuti, Montalti (Pd): "Chiudiamo il cerchio"

Lia Montalti, consigliere regionale del Pd, commenta così l'approvazione della legge regionale sui rifiuti, che l'ha vista come relatrice di maggioranza

“#chiudiamoilcerchio è l’hashtag che come Pd abbiamo usato per spiegare i contenuti principali della nuova legge regionale sui rifiuti, ma per me, che ne sono stata relatrice in Assemblea Legislativa, è molto di più perché oggi con questa riforma è in continuità col percorso iniziato sei anni fa come assessore all’ambiente di Cesena”. Lia Montalti, consigliere regionale del Pd, commenta così l'approvazione della legge regionale sui rifiuti.

La riduzione dei rifiuti pro capite del 20-25% cioè meno di 150 chilogrammi, la raccolta differenziata al 73% e il recupero dei rifiuti al 70%: sono questi i tre obiettivi che la Regione Emilia-Romagna si pone e fissa una data per farlo, quella del 2020. Per arrivarci mette a disposizione diversi strumenti che sono raccolti nella nuova Legge regionale sui rifiuti intitolata in modo esplicativo ‘Disposizioni a sostegno dell’economia circolare, della riduzione della produzione dei rifiuti urbani, del riuso dei beni a fine vita, della raccolta differenziata’ approvata quest’oggi dall’Assemblea Legislativa.

“Gli obiettivi che ci proponiamo di raggiungere con la nuova normativa e gli strumenti che mettiamo in campo per farlo, sono strettamente collegati con i progetti e le iniziative messi in campo sul territorio – ripercorre l’ex assessore cesenate – a partire dalla raccolta porta a porta, passando per i progetti di riduzione dei rifiuti come "Io riduco!", ai progetti promossi da scuole e associazioni sul recupero, riuso e sullo spreco alimentare e quelli di educazione ambientale realizzati in collaborazione con il Centro di educazione alla sostenibilità".

“La nuova legge regionale sui rifiuti parte delle esperienze, anche del nostro territorio, e va oltre affrontando i temi che mancavano come il poter attuare la tariffa puntuale, ovvero la possibilità per cittadini ed imprese, di pagare per rifiuti indifferenziati effettivamente prodotti. Una novità assoluta – afferma con convinzione Montalti – che immette nel rapporto tra cittadini e servizi ambientali una maggiore equità”. Altra novità introdotta dalla legge è il Fondo per incentivare i progetti dei comuni che migliorano il servizio di raccolta dei rifiuti, che mettono in atto la tariffa puntuale, che realizzano i centri comunali per il riuso e investono in progetti di riduzione dei rifiuti.

“In questa maniera vogliamo trasformare i rifiuti da problema ad opportunità, non solo in termini di sostenibilità, ma anche economici e di occupazione. Questa legge, che è la più avanzata sul tema dei rifiuti a livello nazionale, è stata possibile, ci tengo a dirlo – conclude Lia Montalti – anche grazie alla passione e all’impegno di tanti, cittadini, volontari, associazioni, quartieri e delle città, come quella di Cesena”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento