Nevone, Pdl all'attacco: "Vista la spesa, l'aumento dell'Imu era necessario?"

Altro fronte: "Riteniamo pertanto frettolosa la decisione di cedere "al buio" parte delle partecipazioni azionarie del Comune, approvata dal Consiglio comunale di giovedì scorso nonostante il voto contrario delle forze di opposizione"

"Nelle ultime settimane - scrive Riccardo cappelli -, forse a causa dell’avvicinarsi delle elezioni comunali, assistiamo ad un costante incremento dei comunicati auto-celebrativi della Giunta Lucchi, l’ultimo dei quali tentava di dipingere Cesena come una sorta di “paradiso fiscale” in cui la tassazione locale sarebbe tra le più basse d’Italia. Peccato che l’articolo in questione prendesse come principale riferimento i dati del 2011, quando ancora non era stata introdotta la famigerata Imu.  E’ noto, invece, che il Comune di Cesena nel 2012 ha conseguito un primato non invidiabile: solo il 9% circa degli enti locali italiani ha portato l’aliquota ordinaria dell’Imposta municipale al massimo livello consentito dalla legge, ovvero il 10.6 per mille".
 
"Molti di noi - aggiunge - ricordano che la decisione della maggioranza di aumentare enormemente il peso dell’Imu era legata al “nevone”: l’anno scorso occorreva infatti far fronte ai danni provocati dall’emergenza neve, quantificati dal Sindaco Lucchi nell’iperbolica cifra di circa 16 milioni di euro, in base all’informativa rilasciata al Consiglio comunale del 23 febbraio 2012. Ora però, nel momento in cui sono disponibili i dati del bilancio consuntivo 2012, si scopre che le spese correnti effettivamente sostenute dal Comune per il “nevone” sono state pari a 4.473.333 euro! La cifra comprende i costi vivi (ad esempio per lo spargimento di sale e la pulizia delle strade) oltre alle manutenzioni e riparazioni più urgenti. Come comunicato martedì scorso in occasione della Commissione bilancio, i danni agli edifici comunali tra cui in particolare il Mercato ortofrutticolo e il Carisport, sono invece coperti in gran parte dai risarcimenti assicurativi".
 
"La domanda - incalza Cappelli -, a questo punto, sorge spontanea: se i danni dell’emergenza neve effettivamente spesati nel bilancio 2012 sono stati circa un quarto rispetto alle nefaste previsioni iniziali, l’aumento dell’Imu era davvero indispensabile? Il dubbio ci sembra più che legittimo, considerando che il bilancio comunale 2012 si è chiuso con un avanzo di amministrazione (ovvero un “utile”) pari a circa 2 milioni di euro, mentre ai cittadini e soprattutto alle imprese sono stati imposti pesanti sacrifici attraverso le tasse locali. Purtroppo l’avanzo comunale, in una fase difficile come quella che stiamo vivendo, non è una buona notizia perché ci indica che ai cesenati sono state chieste risorse in eccesso rispetto alle effettive esigenze di spesa. Abbassare di circa un punto percentuale l’aliquota ordinaria dell’Imu, come reclamato dal Pdl con un apposito emendamento al bilancio 2013, sarebbe stato non solo tecnicamente possibile, ma anche politicamente necessario, perché avrebbe rappresentato un segnale di attenzione e rispetto verso i cittadini, anche se certamente non risolutivo di tutte le difficoltà in atto".
 
"Sul fronte dei pagamenti alle imprese - conclude -, rileviamo infine con soddisfazione che il recente decreto del Governo con cui sono stati allentati i vincoli del patto di stabilità, dovrebbe permettere al Comune di Cesena di saldare circa 10-11 milioni di euro fin dalle prossime settimane, ovvero la metà dei propri debiti verso i fornitori, come comunicato dal Vicesindaco in occasione dell’ultima Commissione consiliare. Alla luce delle novità legislative riteniamo pertanto frettolosa la decisione di cedere "al buio" parte delle partecipazioni azionarie del Comune, approvata dal Consiglio comunale di giovedì scorso nonostante il voto contrario delle forze di opposizione. Con l’allentamento del patto di stabilità, il Consiglio comunale ha ora la possibilità e il dovere di approfondire accuratamente quali partecipazioni verranno cedute, a chi e con che valutazione economica".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento