Domenica, 24 Ottobre 2021
Politica Cesenatico

Cesenatico, il Movimento 5 Stelle chiede le elezioni anticipate: "Voto a maggio"

"La crisi della maggioranza - esordisce l'esponente pentastellato - sta facendo emergere tutta una serie di manovre politiche che hanno come unico obiettivo il mantenimento di un sistema di interesse"

Sarà discussa lunedì sera la mozione di sfiducia al sindaco di Cesenatico Roberto Buda. Nell'occasione il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, Alberto Papperini, chiederà di andare ad elezioni anticipate a maggio. "La crisi della maggioranza - esordisce l'esponente pentastellato - sta facendo emergere tutta una serie di manovre politiche che hanno come unico obiettivo il mantenimento di un sistema di interesse, attraverso la propaganda di menzogne e sotterfugi".

"RICICLATI" - Osserva Papperini: "Il Partito Democratico sta cercando di ricostruirsi una nuova verginità, presentando una mozione di sfiducia al Sindaco Buda. Tuttavia i cittadini non dimenticano le Amministrazioni Zoffoli e Panzavolta che hanno svenduto il patrimonio pubblico attraverso la scissione Gesturist, aumentato il debito a livelli record e attuato lavori pubblici quanto meno imbarazzanti. Per coerenza dovrebbero essere loro i primi a dimettersi al Consiglio comunale".

"FACCIA DI BRONZO" - Prosegue nelle sue considerazioni l'esponente a cinque stelle: "l sindaco Buda sta cercando di cavalcare l’onda Geturist, anche se per un anno e mezzo dall’esposto presentato dal MoVimento 5 Stelle nel Gennaio 2014 non ha mai mosso un dito. Anzi, in questo lasso di tempo lo abbiamo visto stipulare ogni sorta di accordo con la nuova Gesturist privata (bagno Marconi, osservazioni al Poc per costruire all’interno del Camping Cesenatico, contratti per la promozione turistica e di eventi). Solamente nel maggio 2013 Buda è stato costretto a presentare un esposto copia e incolla di quello del MoVimento 5 Stelle per evitare eventuali accuse di collusione".

"OPPORTUNISTI" – "La perla - osserva Papperini - è stato il comportamento della Lega Nord che, pur di apparire sui media, ha organizzato una manifestazioni a Cesenatico durante il periodo elettorale, causando un grave danno di immagine alla città. Ed ora pretende un Assessore al turismo, sport ed attività produttive senza alcun spessore né politico né tanto meno professionale. Ricordiamo inoltre P. Donini è stato condannato in primo grado con due anni di reclusione per concorso in bancarotta fraudolenta (vedi notizie di stampa). Sembra una barzelletta. Siamo alla parodia di cosa significhi amministrare il bene comune".

Conclude il consigliere: "Non è più possibile rimanere in uno stallo amministrativo e politico che dura ormai da quattro anni. Cesenatico non si merita tutto questo. Dobbiamo ripartire con idee fresche per incentivare la produzione locale e stimolare il turismo attraverso progetti sportivi e culturali. Il nostro gruppo è pronto per Amministrare la città proponendo un metodo che dia la possibilità ai cittadini, quartieri e associazioni di categoria di partecipare più attivamente alle scelte per la collettività. Per tale motivo questa sera chiederemo che non vengano assegnate le deleghe a P. Donini, ma di andare ad elezioni anticipate a maggio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesenatico, il Movimento 5 Stelle chiede le elezioni anticipate: "Voto a maggio"

CesenaToday è in caricamento