Motorizzazione Civile a ranghi ridotti: la senatrice Valdinosi porta il caso in Parlamento

A presentare un'interrogazione al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti è la senatrice romagnola Mara Valdinosi

Le criticità riscontrate nelle sedi della Motorizzazione Civile di Forlì e Cesena finiscono in Parlamento. A presentare un'interrogazione al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti è la senatrice romagnola Mara Valdinosi che - sollecitata dalle associazioni di categoria territoriali Confartigianato Trasporti, Fiap e Fita Cna – chiede al Governo di prendere misure tempestive per garantire il pieno funzionamento dei servizi della Motorizzazione Civile. “Le imprese dell'autotrasporto lamentano gravi ritardi legati ai servizi di collaudo – sottolinea Valdinosi - ritardi che si ripercuoto sulle attività e si trasformano in disagi e danni economici. Ci sono aziende, infatti, che si trovano costrette a fermare i loro mezzi a causa delle revisioni scadute e non rinnovabili in tempi brevi”.

Sono proprio le tempistiche di elaborazione di queste pratiche ad essere al centro delle problematiche. “Nelle sedi della Motorizzazione Civile di Forlì e Cesena si riscontra una grave carenza di organico del personale tecnico – prosegue la parlamentare democratica – ci sono soltanto tre persone, di cui una parti-time, e poi dal 16 marzo scorso è venuta a mancare in via continuativa l'ingegnere di riferimento. Il risultato? Oggi per ottenere un collaudo serve attendere non meno di 45 giorni dalla data del protocollo e anche il nuovo meccanismo di prenotazione, da effettuare online attraverso il portale dell'automobilista, determina ritardi, irrigidimenti e maggiori costi per le imprese visto che al momento il sistema funziona a singhiozzo”.

In provincia di Forlì-Cesena sono attive circa 1.400 imprese nel settore dei trasporti, di cui quasi l'80% si occupa di trasporto merci su strada. E' facile immaginare l'impatto che può avere su queste attività una Motorizzazione Civile che funziona col freno a mano tirato. “Se prima venivano garantire circa 20 prenotazioni settimanali per i servizi di collaudo – aggiunge Valdinosi – oggi questa attività si è praticamente dimezzata, con circa 10 prenotazioni settimanali. Nonostante queste criticità siano state segnalate a più riprese, la Motorizzazione Civile a Forlì e Cesena non è messa nelle condizioni di poter assolvere alle sue funzioni e per l'economia locale, di cui l'autotrasporto è una delle voci più importanti, è un danno rilevante. Per questo – conclude la senatrice – ho chiesto al Ministero di attivarsi per garantire la piena e regolare attività della nostra Motorizzazione Civile”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento