Montalti: "Emilia-Romagna sempre più smart nei servizi e nella scuola"

"Proprio ieri sono stati destinati dalla Giunta regionale 5 milioni di euro per rendere disponibili a tutti gli studenti dispositivi tecnologici, tablet e pc, per la didattica a distanza"

“Una volta terminata la fase 1, l’innovazione può diventare un pilastro dei piani per il rilancio dell’economia a livello nazionale e regionale – afferma convinta la Consigliera regionale Lia Montalti –. Ma non solo, l’innovazione sarà fondamentale anche nei servizi e nel mondo dell’istruzione. Proprio ieri sono stati destinati dalla Giunta regionale 5 milioni di euro per rendere disponibili a tutti gli studenti dispositivi tecnologici, tablet e pc, per la didattica a distanza. Strumenti che saranno destinati ad oltre 17 mila studenti, individuati dai singoli Comuni. Questo progetto – sottolinea Montalti – deve oltrepassare la fase emergenziale e diventare un’opportunità per qualificare il sistema di formazione regionale, contrastare il divario digitale delle famiglie e offrire un’occasione di apprendimento per i bambini e i ragazzi. Anche sul versante dei servizi in questa situazione emergenziale siamo stati in grado di innovare, penso alla ricetta dematerializzata, che abbiamo attivo per ridurre il più possibile tutti gli spostamenti, anche quelli da casa all’ambulatorio medico, per scongiurare eventuali occasioni di contatto e contagio. Da tutte queste innovazioni non si può tornare indietro”.

Di questi temi, legati all’innovazione, ne ho parlato ieri sera in diretta Facebook assieme ai Giovani Democratici di Cesena e di Forlì con oltre 50 persone connesse. “Come Regione negli ultimi anni stiamo investendo nella costruzione di alte competenze e conoscenze per creare nuova occupazione nell’ambito dei processi di innovazione e sviluppo delle imprese e dei sistemi produttivi regionali. Proprio qualche settimana fa abbiamo finanziato con 1.5 milioni di euro altri 51 assegni di ricerca, in totale negli ultimi 7 anni sono 135 le borse triennali di dottorato di ricerca e 211 gli assegni di ricerca post lauream. Si tratta di un finanziamento importante, per oltre 16 milioni di euro. Sempre a inizio aprile – aggiunge Montalti – con 481 mila euro abbiamo finanziato 11 laboratori, attività di co-progettazione e workshop realizzati sul territorio, per interventi finalizzati all’innovazione delle imprese dell’Emilia-Romagna. Innovazione che vogliamo portare avanti in tutti i settori economici, penso anche all’agroalimentare dove, grazie al Psr 2014-2020, abbiamo finanziato bandi per l’innovazione del settore”.

In termini di innovazione tema centrale di questi giorni è l’App per gli spostamenti messa a punto dal Governo. “Usare le nuove tecnologie per combattere il coronavirus è utile – dice Montalti –, ma con tutte le garanzie dovute ai cittadini italiani, dato che si entra nella sfera del trattamento dati. Occorre quindi un passaggio parlamentare in linea con le indicazioni del Garante per la privacy e con il quadro europeo, oltre che una chiara e precisa informazione nei confronti dei cittadini. Infatti, perché questa App sia utile ai fini della prevenzione i cittadini devono percepirla affidabile e sicura. Potrà funzionare solo se tutti quanti la facciamo funzionare”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta contro il guard rail in uscita dalla curva, il motociclista muore sul colpo

  • Il primo studente positivo a scuola, tutta la classe va in quarantena

  • Il virus entra anche al Righi, 26 studenti in quarantena. Un altro tampone positivo al linguistico

  • Coronavirus, il bollettino di domenica: nuovi contagiati con sintomi

  • Il blitz della Finanza chiude l'hotel in anticipo, c'erano solo lavoratori stranieri in nero

  • Il forte odore allarma i vicini, non dava notizie da 12 giorni: trovato morto in casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento