Montagna, Farneti (Lega): "Sinistra al governo della Regione da 50 anni, solo false promesse"

Ombretta Farneti, candidata alle elezioni regionali nella lista della Lega, replica alle dichiarazioni del sindaco di Bagno di Romagna

“Marco Baccini sbaglia strada. Vedere Salvini a Ranchio, con la nostra gente, sorridente e alla mano, dopo un’intera giornata passata a parlare con i romagnoli, è edificante, non divertente. Torna la fiducia nella politica, come mi hanno confidato in tanti. E forse Baccini farebbe meglio a prendere esempio di come si fa a mettersi al servizio dei cittadini”.

Ombretta Farneti, candidata alle elezioni regionali nella lista della Lega, replica alle dichiarazioni del sindaco di Bagno di Romagna.
“Sull’E45 Baccini è sempre più confuso. Non si comprende infatti perché non vada a Roma ogni settimana a sollecitare il ministro PD alle infrastrutture, Paola De Micheli, perché affretti i lavori di riqualificazione. San Piero e Bagno, infatti, sono quasi isolati: chiusa l’uscita da Bagno verso Roma, chiusa l’entrata in San Piero da Cesena. Con le conseguenti difficoltà per tutti. Ma Baccini non protesta, non fomenta lo scontento e non organizza manifestazioni contro il governo per i cantieri che risultano fermi. Sa bene, infatti, che con il PD non si scherza. Guai soprattutto a ricordare che la situazione disastrosa dell’E45 viene da lontano ed è da imputare ai governi Pd, in particolare al ministro Graziano Delrio che estromise questa strada dalle opere strategiche. Baccini, prudentemente, preferisce il suo ufficio, evitando così di confrontarsi con la gente. Perché se fosse interessato ai veri problemi della montagna saprebbe che la situazione della sanità è esattamente quella che ho descritto. Ed è ingannevole sostenere, come fa lui, che migliorerà nei prossimi cinque anni se vincerà il candidato del PD". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sono 50 anni - continua Farneti - che la sinistra ha nelle mani il potere in Regione. Se non ha provveduto in questo lungo arco di tempo a migliorare la situazione della montagna, in tema di servizi e sanità, perché mai dovremmo credere che lo farà nei prossimi cinque anni? E’ evidente che anche questa è una falsa promessa. Come quelle che il PD ci ha fatto in tutte le campagne elettorali. E non c’è bisogno, caro Baccini, di fomentare lo scontento, come vanamente ci accusi di fare. Se ti degnassi di ascoltare, capiresti che la gente di montagna non ne può più di politici regionali e locali che non risolvono mai i problemi, che promettono ma non mantengono, che non conoscono le difficoltà di chi lavora davvero. Se la montagna si spopola, se i servizi vengono tagliati, se la nostra gente non ottiene riscontri alle proprie richieste, la responsabilità ricade proprio su amministratori locali come Baccini, che sanno fare propaganda in paese, ma si piegano ai diktat della Regione. I nostri progetti sono chiari e noti. Siamo trasparenti, pragmatici e con i piedi per terra. Non so se si possa dire altrettanto di Baccini che non è riuscito neppure a garantire un rifugio ai gatti abbandonati. Una storia strappalacrime su cui il sindaco di Bagno non la racconta giusta, come ci è stato detto. Un dato, anche questo, che dovrebbe far riflettere gli elettori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento