Montagna, Farneti (Lega): "Aree abbandonate, serve un progetto complessivo"

"Il problema vero della Regione a guida Pd è la mancanza di pragmatismo. Tante parole al vento, tanti progetti rimasti sulla carta, tanti impegni non mantenuti"

“Lia Montalti non risiede in montagna. E si vede. Promette che la montagna sarà una priorità per la Regione se vinceranno il Pd e Stefano Bonaccini. Ci chiediamo di cosa parli. Inutile enumerare iniziative spot o promesse elettorali di risorse una tantum. Serve un progetto complessivo per la montagna che diventa sempre più difficile pianificare e realizzare ogni anno che passa". Lo dichiara in una nota Ombretta Farneti, candidata alle elezioni regionali per la Lega.

"Il problema vero della Regione a guida Pd è la mancanza di pragmatismo. Tante parole al vento, tanti progetti rimasti sulla carta, tanti impegni non mantenuti. Dal 1970 la Regione è appannaggio della sinistra e in questi decenni si è assistito a un continuo abbandono delle aree montane. Ci domandiamo quali siano state le azioni concrete realizzate da Bonaccini e Montalti negli ultimi cinque anni. Certamente nessuna che abbia dato risultati strutturali tangibili. E lo affermo da imprenditrice che risiede e lavora nell’alta collina romagnola, in zone oggetto di uno spopolamento progressivo e di continui tagli ai servizi. Noi che la montagna la viviamo davvero e la amiamo non ci siamo accorti di attività significative di contrasto al dissesto idrogeologico. Vediamo le strade che franano senza che siano previste opere di manutenzione degne di tale nome". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Senza vie di comunicazione - prosegue Farneti - senza un trasporto pubblico efficiente, senza presidi sanitari e senza servizi ai residenti, la montagna e l’alta collina moriranno. Con gravi danni anche per la pianura, visto che i problemi della montagna si ripercuotono inevitabilmente a valle. Poco lungimirante, poi, da parte di Montalti criticare la coalizione di centrodestra che non ha alcuna responsabilità rispetto alla grave situazione delle zone montane. Noi della Lega i progetti li abbiamo, sappiamo quali sono le priorità e conosciamo i problemi perché ci sono persone, come la sottoscritta, che li vive quotidianamente. Non promettiamo la luna, ma azioni concrete. Per questo pensiamo di avere una buona ricetta alternativa al nulla del PD, che temiamo abbia malamente sperperato risorse che si sarebbero potute concentrare per aiutare davvero la montagna”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento