menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minutillo (Fdi): "Sul Fumaiolo boom di turisti ma grave la chiusura del rifugio Biancaneve"

"In questa straordinaria occasione di rilancio post Covid del territorio, è spiccata la chiusura del Rifugio Biancaneve"

"Nonostante tutti i freni imposti dal Covid, a Ferragosto, ed in genere in quest'ultimo periodo estivo, il turismo nelle località climatiche di Balze e del Fumaiolo nell'Alta Valle del Savio ha assistito ad un vero e proprio boom". A dirlo è Davide Minutillo, consigliere provinciale di Forlì-Cesena per Fratelli d'Italia che ha annunciato il deposito di una interrogazione al Presidente Fratto. Spiega Minutillo: "Sono stati migliaia i turisti che hanno affollato le nostre splendide località di montagna romagnole, che tra i percorsi trekking recentemente rinnovati e curati dalla Fumaiolo Sentieri e l'offerta enogastronomica degli operatori del posto nulla ha a che invidiare rispetto a più blasonate mete trentine o valdostane".

"Eppure in questo contesto, ovvero in questa straordinaria occasione di rilancio post Covid del territorio, è spiccata la chiusura del Rifugio Biancaneve. Collocato in posizione strategica,  è la più alta meta del Fumaiolo. Nei giorni di Ferragosto erano chiusi sia il rifugio sia, incredibilmente, la strada carrabile che da Faggio Scritto conduce fino al grande prato intorno al rifugio stesso e dal quale partono pressoché tutti i sentieri del comprensorio. Un vero e proprio pugno nello stomaco per centinaia di persone che sono state costrette a tornare indietro. Per questo ho deposito una interrogazione urgente al Presidente Fratto.  Vogliamo sapere per quale ragione la Provincia, ente proprietario della struttura, ha consentito questa situazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento