rotate-mobile
Politica

Migranti, Viola (+Europa): "Addolora vedere La Misericordia di Cesena costretta a chiudere stritolata dai costi"

L'intervento di Simona Viola, candidata al Senato nel collegio uninominale Rimini e Forlì-Cesena per la coalizione di centrosinistra, con +Europa

"Addolora leggere che le case di accoglienza dei migranti, come La Misericordia di Cesena, devono chiudere le strutture non potendo più sopportarne i costi. 600.000 immigrati irregolari in Italia non sono stati regolarizzati eppure imprese e cooperative sono in cerca di manodopera". Lo afferma Simona Viola Candidata al Senato nel collegio uninominale Rimini e Forlì-Cesena per la coalizione di centrosinistra, con +Europa.

"+Europa lo ripete da anni: i migranti possono essere una risorsa e dobbiamo comunque sottrarli al cono buio del lavoro nero se non vogliamo che siano risucchiati dall'illegalità. Per questo occorrono le case accoglienza che Salvini vuole chiudere, per questo occorre che luoghi come La Misericordia continuino a poter operare e a ricevere il giusto compenso dallo Stato. +Europa prevede nel proprio programma l'introduzione di canali di accesso legali a cittadini stranieri di Paesi esterni all’Unione Europea, la  reintroduzione del sistema dello sponsor e regolarizzazione su base individuale di lavoratori stranieri già presenti in Italia. E' poi necessario attivare accordi e protocolli internazionali con stati, università e centri di formazione per certificare le competenze dei migranti nei paesi di origine secondo gli 9 standard europei e i profili richiesti dalle imprese italiane per rispondere alle esigenze del mercato del lavoro nazionale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, Viola (+Europa): "Addolora vedere La Misericordia di Cesena costretta a chiudere stritolata dai costi"

CesenaToday è in caricamento