rotate-mobile
Politica

Il Mercato ortofrutticolo e la lettera "nascosta", Sirotti Gaudenzi (Lega): "Ridicola la richiesta di dimissioni"

"Il Pd chiede le mie dimissioni da presidente della Prima commissione per ragioni del tutto infondate. Casomai le dimissioni dovrebbe darle chi ha liquidato le notizie su una possibile privatizzazione del Mercato ortofrutticolo come ‘voci di corridoio’"

"Siamo alle comiche finali. Il Pd chiede le mie dimissioni da presidente della Prima commissione per ragioni del tutto infondate. Casomai le dimissioni dovrebbe darle chi ha liquidato le notizie su una possibile privatizzazione del Mercato ortofrutticolo come ‘voci di corridoio’, sbertucciando il consigliere Luigi Di Placido che aveva sollevato legittimamente il problema sollecitandomi a indire la commissione con l’audizione di Alessandro Giunchi, presidente del Mercato ortofrutticolo”. Così in una nota Enrico Sirotti Gaudenzi, presidente della Prima commissione del Consiglio comunale.

“I fatti sono questi. Come da Regolamento, ho indetto l’audizione richiesta dal gruppo Cambiamo. A stretto giro di posta, Giunchi ha inviato una lettera al sottoscritto e ad altri soggetti sostenendo di non aver nulla da dire ma confermando che in una riunione avvenuta il 14 aprile scorso si era presa in esame l’ipotesi di privatizzare il Mercato ortofrutticolo. In sede di commissione, lo stesso Giunchi e l’assessore Luca Ferrini hanno tuttavia minimizzato se non negato che sulla privatizzazione del Mercato era effettivamente avvenuta un’autorevole interlocuzione. Ora il Pd chiede le mie dimissioni per non aver diffuso la lettera prima della commissione. Evidente la volontà di sollevare il polverone sulle mie dimissioni per sviare l’attenzione dal vero problema, ovvero il cortocircuito delle notizie confermate nella lettera e smentite in Aula. Un tentativo mal riuscito. Non solo la lettura in Aula della lettera di Giunchi ha zittito amministrazione e maggioranza, ma ha anche confermato che l’audizione di Giunchi era più che mai necessaria. Certi temi, lo dico alla maggioranza con amicizia, non dovrebbero rimanere confinati in ambiti limitati e ristretti. Partecipazione, condivisione e trasparenza non possono essere solo annunciati”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Mercato ortofrutticolo e la lettera "nascosta", Sirotti Gaudenzi (Lega): "Ridicola la richiesta di dimissioni"

CesenaToday è in caricamento