Maxi multa ad Acer, la Provincia smentisce: "Nessuna irregolarità"

La consigliera provinciale del PdL Isabella Castagnoli interroga sulle presunte sanzioni comminate alla società pubblica Acer per questioni di lavoro irregolare. Il vice presidente Russo: "Nessuna sanzione, non ci sono irregolarità"

La consigliera provinciale del PdL Isabella Castagnoli interroga sulle presunte sanzioni comminate alla società pubblica Acer per questioni di lavoro irregolare. Castagnoli fa riferimento “alle notizie riportate dalla stampa locale nella giornata di mercoledì 27 luglio circa la maxi-sanzione comminata alla Azienda Casa Emilia-Romagna di Forlì-Cesena in qualità di appaltatore di un cantiere attivo a San Vittore di Cesena, dove la Guardia di Finanza avrebbe verificato la presenza di 32 operai irregolari”.

 

La consigliera chiede “l’esatta dinamica della vicenda e i soggetti coinvolti, al fine di chiarire se corrisponda al vero la notizia della sanzione di importo pari a 95 mila euro a carico di Acer, che risulterebbe responsabile in solido in qualità di appaltatore del cantiere; se non ritenga che, qualora la vicenda si dimostri fondata, possa sussistere un danno di immagine per la Provincia di Forlì-Cesena ed infine se vi sono delle responsabilità in ordine al mancato controllo da parte degli organi dirigenti di Acer”.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Risponde il vice-presidente Guglielmo Russo: “L’Acer non ha ricevuto multe o sanzioni ad ora, in quanto non ha commesso alcuna irregolarità. Acer ha corrisposto alla ditta appaltatrice quanto doveva in base agli stati di avanzamento. Ciò che non è apparso è che è stato grazie ad Acer che la vicenda è stata scoperta, con ben 49 verbali di ispezione trasmessi alla Guardia di Finanza. Acer non si troverà a pagare le sanzioni salatissime previste, potrebbe invece dover pagare 98mila euro di contributi non versati nel caso non li pagassero la ditta appaltatrice o il consorzio titolare dell’appalto. In questo caso Acer potrà comunque rifarsi con le garanzie fideiussorie del consorzio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento